top of page

Le lettere di Gigliola Cinquetti, domani in concerto a Trento





di GIUSEPPE FACCHINI


Gigliola Cinquetti è ritornata in Trentino dopo la presentazione del suo libro “A volte si sogna” avvenuta a Pergine il 9 dicembre scorso per un doppio appuntamento.


Gigliola Cinquetti è stata protagonista all’Officina dell’Autonomia di via Gar di  “Gigliola Cinquetti incontra il suo archivio” insieme allo storico Quinto Antonelli e al direttore della Fondazione Museo Storico di Trento, Giuseppe Ferrandi.

Gigliola ha donato infatti nel 2002 alla Fondazione l’intero suo archivio composto da 150.000 lettere scritte da tutta Italia e non solo dagli ammiratori e fan in un periodo tra il 1963 e il 1992. E insieme alle lettere anche altro materiale come i dischi di grande successo, gli abiti di scena, fotografie, ritagli di giornali, spartiti musicali, articoli promozionali, testi delle canzoni, fotografie.   


L’archivio delle 150.000 lettere indirizzate a Gigliola è qualcosa di unico, uno spaccato di vita, una finestra aperta su quel periodo storico attraverso una forma di scrittura la più popolare in assoluto. Una sorta di lettere ai potenti o meglio a chi ha visibilità ma lettere scritte soprattutto da chi appartiene a una classe sociale medio bassa, non residenti nelle metropoli ma nelle province e nelle zone più marginali dell’Italia di allora, dagli emarginati come carcerati e ammalati, da anziani, da frati, preti. Nella maggior parte dei casi veniva chiesto un autografo, o solo un parere, o magari veniva espressa una confessione intima. La maggior parte di chi scriveva erano donne nella percentuale del 70%. Gigliola Cinquetti è diventata il riferimento di tante persone che hanno trovato in lei una persona di spettacolo ma che sa ascoltare le persone e rivolgere loro un pensiero, uno scritto, come una persona di famiglia.



Martedì 12 marzo alle 20.45 sarà protagonista invece di un atteso concerto al Teatro Sociale di Trento in occasione dei 15 anni della Fondazione Cassa Rurale di Trento, organizzato dalla Fondazione con la produzione di Pino Putignani. Una carriera straordinaria che ha visto il suo apice nelle vittorie al Festival di Sanremo, a Canzonissima e alll’Eurovision Song Contest.

La cosa molto particolare del concerto è che Gigliola sarà accompagnata da una orchestra formata dagli allievi diplomati presso il Conservatorio Francesco Antonio Bonporti di Trento e la cosa proseguirà per tutta la tourneè della cantante veronese che prenderà il via proprio da Trento.

260 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page