Tesino. Il 20 marzo torna la «Lagorai Cima d'Asta» L'edizione 30 sul percorso extreme di 30 km

Aggiornamento: 17 feb


Valentino Bacca (Foto Thomas Martini)





Domenica 20 marzo la Lagorai Cima d’Asta taglierà l’importante traguardo delle trenta edizioni e lo farà in grande stile, tornando in calendario a distanza di tre anni dall’ultima edizione dopo le sofferte rinunce del 2020 e del 2021 a causa della pandemia. La classicissima dello sci alpinismo, organizzata dal collaudato staff dello Ski Team Lagorai Tesino, si presenterà per la prima volta nella versione extreme, su un percorso di 30 chilometri e 3.200 metri di dislivello.

Ad incrementare i motivi di interesse e il fascino della competizione, particolarmente apprezzata dagli appassionati, è l’affiliazione al circuito de «La Grande Course», che annovera le più importanti competizioni dello skialp su lunga distanza. Chi prenderà parte alla «Lagorai Cima d’Asta» 2022, dunque, potrà conquistare punti utili per qualificarsi alle prove del prestigioso circuito come Pierra Menta, a l’Altitoy, al Tour du Rutor, alla PdG, al Mezzalama e all'Adamello Ski Raid, registrati nella carta LGC, personale e gratuita.


pubblicità

La gara si svolgerà a coppie, maschili, femminili e miste. Le iscrizioni si formalizzano attraverso il portale della Fisi e sul sito dell’evento www.cimadastaskialp.com, la quota dà diritto ad un gadget tecnico griffato Montura del valore di circa 100 euro, oltre che al servizio di sicurezza e assistenza tecnica lungo il percorso, al cronometraggio elettronico, al ristoro all’arrivo. Il montepremi è in denaro e in materiale tecnico.

Vista la recente nevicata, il comitato organizzatore è intenzionato a proporre il tanto atteso percorso extreme, che prevede la partenza dalla località Val Malene. Quindi, percorrendo la forestale verso la Val Tolvà, poco dopo l’omonima malga, i concorrenti risaliranno i pendii verso Forcella del Passetto, su traccia tecnica e regolare. Seguirà poi una leggera discesa verso il lago di Cima d’Asta, per affrontare la salita verso i 2.847 metri della cima, attraverso l’affilata, tecnica ed esposta cresta Ovest. Ancora discesa verso la Forzeleta, quindi breve risalita con gli sci sullo zaino e discesa verso il lago e breve salita verso Passo Socede. Da qui si percorrerà in discesa il Valon di Socede, fino a quota 1.600 circa, per poi risalire su aperti pendii fino a Forcella Magna. Superato l’omonimo lago i concorrenti punteranno verso Cima Lasteati, per scendere lungo una spettacolare discesa verso la Val di Fumo e la teleferica Brusà. Spazio poi all'ultima salita, di circa 700 metri, che tramite il Canalon porterà sino alla Bocchetta dei Sassi, da dove comincia l’ultima lunga discesa verso l’arrivo, posto ai 1.100 m del Campeggio Val Malene.


L’ultima edizione della Lagorai Cima d’Asta fu disputata nel 2019, come gara individuale, e a vincere furono il trentino Valentino Bacca e la camuna Corrina Ghirardi, quest’ultima vittoriosa anche l’anno precedente (2018) assieme all’azzurro Davide Magnini.

Nel 2017, invece, la gara assegnò il titolo italiano a coppie e a conquistarlo furono i due forti dell’Esercito Robert Antonioli e Michele Boscacci, emulati al femminile da Alba De Silvestro e Martina Valmassoi.

Per festeggiare il 30° anniversario sabato 19 marzo è previsto il briefing pre-gara presso il cinema teatro di Castelo Tesino, dove è in programma una serata celebrativa, alla quale sono stati invitati i vincitori delle 29 edizioni già andate in archivio. A seguire verrà proiettato in anteprima assoluta un film inedito dedicato alla «Lagorai Cima d’Asta», che verrà distribuito su Dvd a tutti i vincitori della gara.






230 visualizzazioni0 commenti