Raddoppio S.S. 47 della Valsugana Castelnuovo-Grigno: commissario per velocizzare le procedure



Raddoppio della Valsugana tra Castelnuovo e Grigno, variante di Pinzolo, Ciclovia del Garda, messa in sicurezza della SS12 a Ravina di Trento, sottopasso di collegamento tra statale del Brennero e la zona produttiva di Spini di Gardolo: cinque opere pubbliche sono state individuate dalla Giunta provinciale come strategiche per lo sviluppo del territorio e per la ripartenza economica, sia per le rilevanti risorse che movimentano che per le loro ricadute sulla viabilità e sull’offerta turistica.

Dopo la valutazione della competente Commissione del Consiglio provinciale, l’elenco tornerà alla Giunta che lo approverà definitivamente per poi nominare i commissari incaricati di seguirne l’esecuzione snellendo il procedimento. Il punto è stato fatto oggi dal presidente Maurizio Fugatti nel corso della conferenza stampa settimanale. I cinque progetti per cui saranno nominati i Commissari prevedono un investimento, già finanziato nel bilancio provinciale, di oltre 216 milioni di euro. «Si tratta – ha spiegato il presidente Fugattidella prima applicazione di una norma provinciale, recentemente approvata con l’obiettivo di velocizzare l’avvio dei cantieri per le grandi opere pubbliche. I commissari avranno infatti un significativo potere di snellire le procedure. Il problema da affrontare non è quello delle risorse, perché sono già previste, ma quello di dare l’avvio ai cantieri». Quello delle opere pubbliche, ha ribadito Fugatti, è un tema importante in questa legislatura, in cui sono già stati previsti per questo settore finanziamenti che superano complessivamente i 450 milioni di euro.

Fra le cinque opere individuate, come detto, ci sarà anche la Riorganizzazione e raddoppio della S.S. 47 della Valsugana nel tratto tra Castelnuovo e Grigno - Prima Unita Funzionale – da Castelnuovo a Barricata (61.485.000 Euro). L'intervento prevede la realizzazione di una nuova viabilità che consentirà di separare il traffico locale da quello di attraversamento con conseguente aumento della sicurezza. Nello scorso autunno si è conclusa la fase di concertazione pubblica e nel corso del 2021 si procederà con la progettazione dell'opera.



1,238 visualizzazioni0 commenti