top of page

Per Sofia Pizzato medaglia di bronzo agli Europei a Gerusalemme


Sofia Pizzato (Foto Grana/Fidal)




di GIUSEPPE FACCHINI


Straordinaria medaglia di bronzo per Sofia Pizzato ai campionati europei allievi in svolgimento a Gerusalemme.


La forte atleta di Povo in forza al Gs Valsugana Trentino nella gara dei 100 metri ostacoli in finale ha corso con il tempo di 13"33 che non solo è il suo primato personale ma è la seconda prestazione italiana di categoria.

La gara è stata vinta dalla britannica Mia Mcintosh 13"05 davanti alla finlandese Essin Niskala in 13"29.

Al quarto posto dietro la Pizzato la campionessa italiana Celeste Polzonetti in 13"37. La cosa particolare è che le due atlete che precedono Sofia sono del 2005 e quindi un anno più di lei che è ancora quindicenne.

E tutte le atlete arrivate in finale sono del 2005. Abbiamo sentito Sofia da Gerusalemme subito dopo la gara. Parlaci di questo risultato. «Sono tanto felice. Il mio desiderio era arrivare in finale e invece è arrivato il terzo posto con la medaglia di bronzo europea ed è stata una grande sorpresa, anche perché io sono del 2006 e tutte le altre finaliste del 2005. Una medaglia ottenuta con un bel recupero nella seconda parte di gara».


Come vivi questa esperienza?

«È bellissimo stare con tutta la nazionale, siamo tutti amici. E dopo questa medaglia che è una vittoria, tanti applausi e abbracci. Una bellissima esperienza».


Sofia tornerà in Italia venerdì insieme a tutta la squadra. Giorgio Bertotti, allenatore di Sofia da quando ha iniziato nella categoria cadetti. Cosa ci puoi dire di questo risultato?

«Sofia ha realizzato la seconda prestazione di sempre italiana allievi con 13"33 a soli tre centesimi dal 13"30 realizzato da Desola Oki nel 2016 quando era già al secondo anno di categoria. E Sofia in semifinale ha fatto 13"25 leggermente ventoso e quindi non viene considerato e in batteria 13"37. Mi aspettavo questo tempo perché è esattamente il tempo che vale calcolando la sua progressione sempre in miglioramento e i personali che aveva realizzato anche nei 100 metri calcolando il differenziale».


Due anni straordinari per Sofia e il suo tecnico. Quali i risultati più significativi?

«La medaglia europea, due titoli nazionali, la medaglia d'oro ai campionati italiani cadetti, la medaglia d'oro ai campionati allievi indoor, le due medaglie una d'argento sui 100 hs e quella di bronzo sui 100 ai recenti campionati italiani allievi di Milano, tre record italiani, a parte solo due gare, Sofia ha vinto tutte le gare alle quali ha partecipato. Le faccio i miei complimenti, sono soddisfatto per lei, se lo merita tanto per come lavora».


204 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Kommentare


bottom of page