Per il primierotto Bancher 18esimo assoluto nel Rally Italia Sardegna




Diciottesimo posto assoluto, 14esimo di Classe R5 ma soprattutto una grande soddisfazione per Pierleonardo Bancher, nello scorso weekend al via del Rally Italia Sardegna, seconda tappa del Campionato Italiano Rally Terra, corso sulle stesse strade del Mondiale Wrc, in Gallura.


Al di là del piazzamento, comunque di tutto rispetto, va sottolineata l’abilità del pilota primierotto e del suo navigatore Alessandro Gaio, che sono stati in grado di portare a termine le quattro prove speciali su un terreno accidentatissimo, quello appunto sul quale poco prima era andata in scena la battaglia iridata vinta da Ogier-Ingrassia (Toyota Yaris Wrc) su Evans-Martin (Toyota Yaris Wrc) e Neuville-Wydaeghe (Hyundai i20 Coupe Wrc).


La collaudata coppia Bancher-Gaio sulla Skoda Fabia R5 della vicentina Delta Rally è partita con prudenza (24° e 21° posto nella prima tornata sulle due speciali Sa Conchedda e Terranova), per poi migliorarsi di ben 17 secondi alla seconda tornata (doppio 18° posto). «Ci siamo riusciti con tanta attenzione ad evitare gli ostacoli – dice Bancher dalla Sardegna – e siamo molto contenti soprattutto per il miglioramento che abbiamo ottenuto al secondo passaggio, sentendoci proprio a nostro agio sulla vettura splendidamente preparataci dagli amici di Cartigliano. Partecipare ad una tappa del Campionato Italiano Rally Terra era l’obiettivo stagionale, farlo sulle stesse strade del Mondiale Wrc è un sogno, ma ovviamente anche un grande impegno, sotto tutti i punti di vista. Io e il mio fido “naviga” Alessandro riteniamo di averlo onorato nel migliore dei modi». Gara vinta da Andreucci-Briani (Skoda Fabia R5) davanti a Scandola-D’Amore (Hyundai i20 N.G. R5, sempre al comando nel Cirt) e Campedelli-Rappa (VW Polo R5).




306 visualizzazioni0 commenti