Il cammino consapevole di un gruppo di camminatori lungo il lago di Caldonazzo


L'albero (Foto di Gianni Pellizzari)


Il comune di Calceranica al Lago ha promosso, in collaborazione con il Punto Lettura, due giorni dedicati alla scoperta del lago di Caldonazzo.


Bolandini, instancabile camminatore, il primo sabato di ogni mese, da ormai una quindicina di anni, compie l'intero periplo del "suo" lago e dopo 179 peripli ha raggiunto la ragguardevole distanza di 5.370 km.

Camminare per essere consapevoli. Questa la filosofia dello speziale, come Pierfranco ama definirsi. Fatto proprio questo messaggio, sabato 25 settembre, ventuno fra camminatori e camminatrici con la compagnia di un cane, si sono ritrovati di primo mattino presso il municipio di Calceranica al Lago per compiere un viaggio alla scoperta del lago di Caldonazzo camminando lungo le spiagge, le ciclabili, i sentieri, attraverso i biotopi, le piccole frazioni e seguendo, sul colle di Tenna, il tracciato dell'antica via romana Claudia Augusta. Il cammino è stato l’occasione per condividere l’esperienza del periplo con i camminatori dell’Eridio: primitivo nome del Lago d’Idro riportato sulle antiche mappe scovate da Bolandini.

Lago d'Idro e lago di Caldonazzo. Al di là delle dimensioni e della loro origine anche questi laghi hanno sempre esercitato un’attrazione particolare su tutti quelli che vi si affacciano, conducendo gli osservatori alla scoperta del paesaggio lacustre e a godere delle innumerevoli emozioni che sanno suscitare.

Il gruppo di camminatori si è mosso lungo i 14,5 km del percorso con passo lento, incontrando con lo sguardo viste nuove e inaspettate di un lago spesso solo intravisto velocemente dai finestrini di un’automobile o di un treno. Per molti dei partecipanti è stata l’occasione di compiere il giro completo per la prima volta e contestualmente ammirare il lago più da vicino del solito, un passo dopo l’altro godendo di un bene comune che merita attenzione e rispetto mentre contribuisce a soddisfare il bisogno di serena tranquillità che pervade il vivere quotidiano di ognuno di noi.


L'antica strada romana (Foto di Gianni Pellizzari)









173 visualizzazioni0 commenti