Federica Maione: nuovo acquisto del GS Valsugana


Nuovi arrivi al Gs Valsugana in vista della nuova stagione 2020. Federica Maione specialista dei 400 ostacoli vestirà la maglia della società di Pergine. Conosciamola meglio.


di Giuseppe Facchini


Federica, parlaci di te e di come hai iniziato con l’atletica...

«Ho 20 anni, vivo a Napoli e sono studentessa di Giurisprudenza nell’Università partenopea. Tengo molto allo studio ed è la mia priorità insieme allo sport. L’atletica leggera è una parte determinante della mia vita, in tutti i sensi. Ho iniziato a 12-13 anni, quando ero in seconda media e dal 2015 è diventata un vero e proprio impegno. Di questo sono molto contenta, perché per me questo sport è indispensabile. C’è stato un periodo nel quale non sapevo esattamente cosa volevo fare e avevo tralasciato la corsa, ma poi ho capito che non ero felice, mi mancava una parte fondamentale della mia giornata, l’allenamento, e quindi ho ripreso con impegno e passione».

C’è stato un momento che ti ha fatto propendere per questa scelta?

«Ai campionati allievi di Milano sono arrivata terza e da li ho intensificato il mio impegno, poi sono arrivati i raduni, la nazionale e a credere più seriamente nelle mie capacità mentre la mia allenatrice aveva sempre creduto. Ho avuto diverse soddisfazioni come ai campionati studenteschi».


Cosa ti piace dei 400 ostacoli?

«Non sono io che ho scelto, è la gara che ha scelto me. I 400 si addicevano a me perché ho una buona resistenza e una buona velocità però non di impatto. Sono molto alta, ho le leve lunghe. Mi piacciono gli ostacoli, danno qualcosa in più, ogni ostacolo è un pezzo di gara, e questo mi carica».


Quali sono i tuoi hobby?

«Cerco di coltivare altri interessi oltre allo sport e allo studio, ho una grande passione per la musica, canto a volte la sera nei locali».


Che tipo di ragazza sei?

«Sono molto ambiziosa, a volte anche troppo, cerco di anticipare il mio futuro, sono ansiosa di quello che mi aspetta, ma è un'ansia positiva, mi sento molto stimolata dai miei obiettivi. Sogno una carriera diplomatica. Sono determinata, socievole, molto estroversa, faccio amicizia con tutti, interfacciarmi con persone diverse, viaggiare. Mi piace essere in contatto con chi mi dà qualcosa dal lato umano e che mi fa crescere e allo stesso tempo sono esigente con me stessa. Tutta la mia vita è un'organizzazione sistematica da spavento, di precisione, a volte esagerata».


Quali i tuoi obiettivi per il 2020?

«Sono contenta di essere al Gs Valsugana, ho anche un'amica di Pergine, e desidero raccogliere i frutti del mio lavoro. Spero di non deludermi e di non deludere. Metto l’asticella alta, voglio arrivare alla finale nazionale e migliorare il mio personale, con l’obiettivo di abbattere il muro del minuto. Devo lavorare molto nel ritmo, voglio fare un salto di qualità».



59 visualizzazioni0 commenti