Covid-19: in Trentino ricoveri in calo, ma altri 13 decessi



Cresce purtroppo di altri 13 decessi il bilancio delle vittime da Covid-19 in Trentino. Nel bollettino odierno dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari si specifica che la maggior parte (10) di questi è avvenuta in ospedale. Si tratta di 8 uomini e di 5 donne: la vittima più giovane aveva 72 anni, quella più anziana 95 (età media 83 anni).



Il rapporto indica anche il numero dei nuovi positivi: 106 individuati tramite tampone molecolare mentre gli antigenici positivi sono risultati essere 343. A questi si aggiungono altri 138 molecolari già risultati positivi agli antigenici e come tali comunicati nei giorni scorsi all’Istituto superiore di sanità.

Fra i positivi di oggi la grande maggioranza è rappresentata da soggetti asintomatici (104) o paucisintomatici (314).

Particolarmente alto oggi il numero dei bambini con meno di 2 anni (sono 8, ai quali si aggiungono altri 4 bambini di età compresa tra i 3 ed i 5 anni). Ci sono anche 40 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare: l’esito delle indagini stabilirà se sarà necessario porre in isolamento le rispettive classi (ieri quelle in quarantena erano 11).

Sempre alto e preoccupante il numero dei contagi fra gli ultra settantenni che oggi fanno registrare 85 nuovi casi.

Lieve calo nei numeri che fotografano la situazione ospedaliera: ieri ci sono stati 36 nuovi ingressi a fronte di 27 dimissioni e attualmente i pazienti ricoverati sono 264 (1 in meno rispetto a ieri) di cui 50 in rianimazione.

I guariti nelle ultime ore sono aumentati di 142 unità (totale 15.389).

2.829 infine i tamponi molecolari analizzati (1.693 all’Ospedale Santa Chiara e 1.136 nei laboratori della Fondazione Mach). I test rapidi comunicati all’Azienda sono stati 1.913.


61 visualizzazioni0 commenti