top of page

Cassa Rurale e Fondazione CRAV per il Ciad. Questa sera il concerto di beneficenza





di GIUSEPPE FACCHINI


La Cassa Rurale Alta Valsugana di concerto con la Fondazione CR Alta Valsugana ha presentato le iniziative realizzate nel 2023 nell’ambito di “Noi per il Ciad”.

Il Ciad è un Paese dell’Africa Sahariana con una popolazione di circa 11 milioni di abitanti con uno dei più bassi indici di sviluppo al mondo, l’aspettativa di vita è di 52 anni e il tasso di natalità è di 42 su mille persone, altissimo se pensiamo che in Italia è del 9 per mille.  

Don Guido Piva, di Santa Caterina, per 10 anni missionario in Ciad  ha segnalato la situazione alla Cooperazione e questa si è attivata. 

È nato così un Progetto che si fonda su basi solide e sostenibili su due capisaldi, quello sanitario e agricolo, in un programma serio di sviluppo e crescita verificabile nel tempo. 

Il Presidente della Cassa Rurale Franco Senesi insieme con il vice Giorgio Vergot ha illustrato i dati economici del progetto nei primi due anni  con la raccolta fondi di 107.378 euro e le spese per il progetto agricolo di 46.360 euro e per il progetto sanitario di 60.685 euro. 

Sono intervenuti don Guido Piva, anima dell’iniziativa e Roberto Lorenzini, Presidente dell’associazione Caminho Aberto di Levico Terme.

Gli obiettivi di supporto alla sicurezza alimentare  della regione Mayo-Kebby  riguardano il rafforzamento delle filiere agricole e dei gruppi organizzati e delle aziende agricole familiari e il ripristino sostenibile delle terre degradate e abbandonate. 

Tra le varie attività realizzate la gestione dei vivai e monitoraggio delle piante di Acacia albida, attività di formazione sulla piantumazione di alberi e frutteti e sull’agroforestazione, la formazione di gruppi di donne per la trasformazione delle noci di karitè, il monitoraggio degli orticoltori, la formazione di gruppi di contatto, di gruppi di allevatori, incontri sulla trasformazione dei cereali e legumi.

Nel campo sanitario notevoli gli interventi e gli acquisti per il rafforzamento del centro medico SS. Trinità di Moundoyu e la costituzione del centro sanitario. 

Per il progetto è possibile donare dei fondo con un versamento sul conto corrente bancario “Noi per il Ciad” IT 10V0 8178 3494 00000 1816 5876.     


E questa sera di mercoledì 13 dicembre alle ore 20 presso il Teatro comunale di Pergine si terrà il concerto di beneficenza a favore del progetto “Noi per il Ciad”. La biglietteria aprirà a partire dalle ore 19.00. Il biglietto è gratuito ma lo scopo del concerto è raccogliere donazioni a favore del progetto “Noi per il Ciad” e per questo saranno allestite due postazioni nell’atrio del teatro con due box per la raccolta. Alle persone che faranno una donazione verrà consegnata la spilletta “Noi per il Ciad”. La Cassa Rurale Alta Valsugana contribuirà alle donazioni, raddoppiando l’importo totale raccolto.

Questo il programma del concerto con la direzione artistica del Maestro Andrea Fuoli: Coro della Scuola Primaria (Maestra Edi Giovannini), Orchestra Musici Insieme, Scuola Musicale Camillo Moser di Pergine Valsugana (Direttore Mattia Culmone), Coro Castel Pergine (Direttore Marco Gadotti), Coro Highlight (Direttore Matteo Ferrari con con Enrico Dal Fovo, pianoforte), Federica Quaranta, violino, Marco Grasselli, chitarra, Edoardo Crepaldi, pianoforte, Lucio Gardin, comico e autore e con il contributo video di Giancarlo Magalli, Sergio Muniz, Sebastiano Somma . A conclusione della serata l’Associazione Zockgruppe servirà un conviviale rinfresco. 


350 visualizzazioni0 commenti

댓글


bottom of page