top of page

Calceranica. Oltre mille persone per l'ultimo saluto a Mauro Andreatta




di GIUSEPPE FACCHINI


Una grandissima folla, più di mille persone, si sono radunate dentro e fuori la Chiesa parrocchiale di Calceranica al Lago per il saluto a Mauro Andreatta, grande Presidente del G.S. Valsugana Trentino e assessore comunale.


Tutti a stringersi con amore ai familiari, alla moglie Mariangela, ai figli Marco, Ruggero e Giorgio, alla sorella Ornella. Allenatori, giudici, rappresentanti del Comitato FIDAL Trentino e delle società sportive della provincia, amministratori pubblici e tantissimi atleti del Gs Valsugana, praticamente tutti e in particolare ragazzi e ragazze, con i quali e per i quali Mauro ha costruito una famiglia sportiva ricca ideali, e di valori e di sani principi. La messa funebre è stata officiata dal Parroco di Calceranica don Emilio Menegol, insieme a don Franco Torresani, prete atleta e al diacono Alessandro Gremes.

Tanti i ricordi e le testimonianze lette nella cerimonia. Mattia Gasperini, vice presidente ha sottolineato che dopo ogni manifestazione Mauro, stanco ma soddisfatto, batteva il cinque con la frase fatto anche questo. «Hai sempre ascoltato tutti ma alla fine facevi quello che volevi, un testone buono e che hai vissuto la vita che volevi dando tutto con generosità ricevendo un sacco di affetto. Anche quando qualcosa non andava in una gara, dicevi l’importante è divertirsi e dare il massimo, ci sarà sempre un'altra gara e le cose andranno sempre meglio. Grazie di tutto, però qui c’è tanto da fare, il 6 novembre il Cross della Valsugana che volevi fortemente, aiutaci affinché vada tutto bene».

Gabriele Ciola, atleta ha letto questo intenso messaggio: «Caro Mauro,

Grazie

Grazie per tutto quello che hai fatto per noi ragazzi e ragazze,

Grazie per i tuoi insegnamenti,

Grazie per averci trasmesso la tua grande passione per questo sport,

Grazie per averci fatto sentire parte di una grande famiglia,

Grazie per averci sostenuto in ogni momento,

Grazie per averci fatto sognare.

Ce la metteremo tutta per portare avanti i progetti che, in questi vent'anni di presidenza, hai sostenuto e realizzato.

Ci mancherai tanto in allenamento, ma soprattutto nella vita.

Ti ricordiamo con affetto per la tua grande generosità.

Ti porteremo sempre, con il tuo sorriso, nel nostro cuore.

Grazie Presidente,

Grazie di tutto.

I tuoi atleti.

L’allenatore Vito Vanzo ha espresso parole commosse per la perdita di un amico sincero e fraterno, persona buona e grande, ricordando i tanti momenti trascorsi insieme ancora quando gareggiavano uno contro l’altro ma sempre nel rispetto. Essere campioni, dicevi, non è sempre colui che vince, ma quello che supera ostacoli e difficoltà con impegno e determinazione.

A seguire il ricordo emozionante di Sofia Pizzato e dei giovani atleti Pietro e Mohit.

Cristian Uez, Sindaco Calceranica al lago: «Quando tutti i giorni entrava in municipio, a tutti gli impiegati “Buongiorno la mattina” come salute ed esortazione all’impegno e poi saliva da me con la battuta pronta, con un lato ironico anche tagliente ma sempre costruttivo e carino. Una persona generosissima, dal punto di vista dell’impegno nell’esercizio del suo ruolo e nella vita in generale, in tutte le iniziative che ha fatto per i bambini con le colonie estive. E’ diventato lo zio Mauro per tutti i bambini del paese, per loro aveva una grandissima dedizione e non vedevano l’ora di tornare da lui».













1.684 visualizzazioni0 commenti
bottom of page