top of page

Associazioni. L'U.S. Cinque Stelle Seregnano


La premiazione dell'US 5 Stelle Seregnano al Campionato Nazionale di corsa su strada

Spazio informativo realizzato grazie al contributo della Cassa Rurale Alta Valsugana


di JOHNNY GADLER

Rifondata nel 1981 sull'onda dei successi del recordman italiano e campione europeo dei 3000 siepi Mariano Scartezzini, l'U.S. Cinque Stelle Seregnano A.S.D. è una società che promuove l'atletica leggera fra i giovani, puntando sul gruppo, tanto da essere ai vertici nell'ambito sportivo del CSI Trentino.Rientrato dalla Cambogia, il perginese Guido Prati si fa promotore di una nuova raccolta fondi per esaudire il sogno dei bambini che vivono nella foresta la cui scuola è priva di fondi ma, soprattutto, mancante del bene più prezioso: i libri


Presidente Casagranda, quando è nata la vostra società?

«Correva l’anno 1969 quando, in un bar di Torchio, si decise di fondare un’associazione sportiva denominata U.S. 5 Stelle».

Isabella Casagranda, presidente U.S. Cinque Stelle Seregnano

Perché questo nome?

«Nel simbolo vi sono 5 stelle disposte in cerchio, ognuna delle quali racchiude le iniziali di una frazione (Torchio, Bampi, Roverè, Cogatti e Seregnano), mentre al centro vi è il campanile della chiesa di Seregnano».


Il primo presidente?

«Guido Degasperi con Gustavo Scartezzini segretario, due grandi appassionati sportivi».


Le prime attività proposte?

«All'inizio tornei di calcio sul campo di Torchio tra formazioni di giovani locali e società esterne, poi nel 1971 il salto di qualità con l’iscrizione al campionato juniores CSI, dove la squadra si classificò terza. Nel 1972 la società partecipò alle gare di corsa campestre del CSI, conquistando un buon 14° posto provinciale. Nel 1973 la 5 Stelle si iscrisse per la prima volta all’impegnativo campionato provinciale di calcio di terza categoria dove ottenne un lusinghiero 7° posto. L’attività calcistica continuò fino al 1978 quando i successi italiani e internazionali di Mariano Scartezzini dirottarono l’interesse locale dal calcio all’atletica leggera. Sulle orme di questo campione i giovani di Seregnano si scoprirono podisti e iniziarono a partecipare a numerose marce non competitive. Nell’ottobre del 1981, in occasione dei festeggiamenti per Mariano Scartezzini, recordman italiano e campione europeo dei 3000 siepi, un gruppo di persone trascinato da Marco Pasqualini e Giorgio Facchinelli decise di rifondare l’ormai sciolta 5 Stelle con lo scopo di avvicinare i giovani all’atletica leggera. Inizialmente la partecipazione fu modesta, ma poi gli iscritti continuarono ad aumentare fino a coinvolgere l’intera comunità di Civezzano».

Il vostro approccio allo sport?

«La nostra attività principale si svolge nell’alveo del Centro Sportivo Italiano (CSI), quindi con un approccio meno agonistico alle gare e più improntato, invece, alla promozione dello sport, affinché tutti possano praticare l’atletica leggera divertendosi, ma senza improvvisazioni: tutti i nostri ragazzi, infatti, sono affiancati da tecnici molto qualificati e tutti titolati. Essendo anche affiliati alla Federazione Italiana di Atletica Leggera, da qualche anno contempliamo pure l’aspetto più agonistico ma solo per il settore assoluti, vale a dire gli adulti, mentre per tutto il settore giovanile se i ragazzi vogliono praticare altre attività Fidal lo fanno appoggiandosi all’Atletica Trento con cui collaboriamo da sempre».


Quanti tesserati contate?

«Oltre 200. Facciamo un corso che dura da settembre fino a giugno, con allenamenti bisettimanali, diversificando la preparazione in base all’età che, nella maggior parte dei casi, va dai 5 anni e mezzo fino ai 15-16 anni. Poi, come capita un po’ dappertutto, vi è un buco generazionale perché verso i 18-20 anni i giovani cominciano ad avere troppe cose da seguire e quindi molti abbandonano, salvo poi ritrovarli verso i 40 anni quando si riavvicinano con un’ottica diversa».


Il vostro ambito territoriale?

«Fino a dieci anni il 90% dei ragazzi provenivano dal territorio di Civezzano, oggi invece questa parte, che pur rimane preponderante, si attesta a circa il 50%. L’altra metà proviene perlopiù da Fornace e dal Perginese, anche se, dopo il Covid, abbiamo un nutrito gruppo che arriva dal circondario di Trento (Cognola, Martignano, Montevaccino, Vigo Meano). D’altronde i bambini che sono con noi spargono la voce, i genitori si interessano e se condividono la nostra filosofia sportiva portano qui i loro figli anche se abitano lontano».

Dove vi allenate?

«A Civezzano dove utilizziamo le due palestre accanto alle scuole medie. All’esterno, grazie a un contributo elargito a suo tempo dalla Comunità di Valle, il Comune di Civezzano ha provveduto ad asfaltare il piazzale, colorandolo; così possiamo disporre di una pista da 100 metri anche outdoor. Un’area, questa, che si è rivelata provvidenziale con la pandemia. Noi, infatti, a parte il periodo del primo lockdown, abbiamo sempre continuato a svolgere la nostra attività grazie al fatto che potevamo disporre di uno spazio all’aperto dove stare ben distanziati. L’atletica leggera, oltretutto, non prevede il contatto fisico, né l’utilizzo di strumenti condivisi quali palloni o quant’altro. Per i ragazzi e i loro genitori è stato davvero importante poter concedersi dei momenti di normalità in un periodo del tutto anomalo».

Bilancio del 2022?

«Un anno ricco di soddisfazioni, fra cui l’impresa ai campionati nazionali di corsa su strada a Bellano che ha visto l’U.S. 5 Stelle imporsi nella classifica generale delle società, bissando la vittoria del 2021 e anche quest'anno ci siamo laureati campioni provinciali CSI comitato di Trento».


Appuntamenti per il 2023?

«La prima parte dell’anno sarà dedicata alla corsa campestre con le qualificazioni provinciali in vista dei campionati italiani CSI. Poi inizierà la fase della corsa su pista e della corsa su strada, a cui si aggiungerà la corsa in montagna. A settembre si svolgeranno i campionati italiani CSI su pista e ad ottobre quelli di corsa su strada. Poi proporremo i nostri soliti eventi: a settembre la gara di corsa in montagna, di cui è punta di diamante il nostro atleta plurititolato Antonio Molinari, e stiamo valutando di inserire a maggio una corsa in montagna per soli adulti. In estate la festa promozionale a Torchio con una gara aperta a tutti, anche ai bambini di 3-4 anni. Ma al di là degli appuntamenti in programma, puntiamo soprattutto a consolidare il nostro essere squadra di punta a livello di gruppo, perché in Trentino, anche in ambito CSI, siamo al vertice già da un bel po’ di tempo. E sentirsi parte di un bel gruppo ti coinvolge e ti fortifica perché, anche se magari non sei un atleta da podio, alla fine ti senti comunque realizzato e vincente. Vi aspettiamo tutti».


CONTATTI


info@us5stelle.it

http://cinquestelle.altervista.org

257 visualizzazioni0 commenti
bottom of page