top of page

Vigolana. Ecco il progetto "Back to Life Vigolana (B2L Vigolana)"







Il progetto prevede di realizzare un ciclo di incontri laboratoriali teorico-pratico con l’obiettivo di imparare a recuperare e rigenerare vecchi computer per costruire un'aula informatica da donare ai meno fortunati (all’interno di un progetto di cooperazione internazionale). Obiettivo del progetto è inoltre quello di creare maggior consapevolezza nella comunità su temi legati alla promozione di pratiche sostenibili nell’ottica di perseguire gli obiettivi fissati anche dall’Agenda 2030.


Viviamo immersi in una realtà dove le tecnologie informatiche occupano un ruolo centrale della nostra quotidianità. Spesso però chi le utilizza non ha idea di come queste funzionino dal punto di vista tecnico. Uno dei principali bisogni a cui questo progetto vuole rispondere è quello di accrescere le competenze tecniche, capire meglio come funzionano computer e dispositivi tecnologici, capire come funziona la rete internet e tutto il mondo dell'informatica.

Gli stessi giovani che hanno sviluppato questa proposta si trovano normalmente ad utilizzare la tecnologia (smartphone, computer, internet...) senza avere consapevolezza di come questa funziona e quindi hanno manifestato l’esigenza di approfondire queste tematiche grazie al supporto di esperti e coinvolgendo altri coetanei.

FASE 0 Predisposizione del materiale informativo/promozionale

Il gruppo di giovani organizzatori del progetto si occuperà di predisporre i materiali funzionali a promuovere il progetto, raccogliere le iscrizioni per gli incontri formativi che verranno realizzati a partire da settembre.

FASE 1 Promozione del progetto/raccolta iscrizioni

Coinvolgere altri giovani dell’Altopiano e dintorni attraverso passaparola, social, whatsapp, qualche manifesto spiegando finalità e intento del progetto. Vorremmo cercare di raccogliere più adesioni possibili arrivando a costruire un gruppo di almeno 15 partecipanti, non si vuole porre un limite al numero di partecipanti e per favorire la partecipazione si è scelto di non prevedere costi di iscrizione.

FASE 2: Raccolta del materiale per i laboratori (computer, device rotti/malfunzionanti/obsoleti)

Coinvolgere il territorio sensibilizzando sui temi del riciclo e del riuso. L’idea è di raccogliere materiali e apparati informatici obsoleti o parzialmente guasti nel tentativo di dare loro nuova vita, riutilizzando pezzi e componenti per costruire un sistema funzionante. Per la raccolta del materiale sarà realizzata una call specifica e sarà valorizzato in particolare il passaparola e la collaborazione con realtà del territorio quali ProLoco, gruppo PerGnent, Piano giovani Vigolana, Comune Altopiano della Vigolana, ass.L’Ortazzo, Appm-Centro aggregazione Oltrettutto; In questo periodo sarà inoltre predisposto il materiale per la formazione da parte di volontari e persone coinvolte.

FASE 3 Realizzazione workshop/percorso formativo

Verranno realizzati una serie di incontri laboratoriali organizzati in due momenti: una prima parte sarà dedicata alla formazione teorica di base, a seguire verrà proposta una parte pratica/laboratoriale in cui mettere subito a frutto quanto appreso (learning by doing).

Gli argomenti che verranno affrontati durante gli incontri previsti saranno i seguenti:

● Incontro iniziale con workshop di team building (a cura di Martina Camatta): Il laboratorio strutturato in attività di group building, ha l'obiettivo di consolidare il legame tra le e i partecipanti per rafforzare la collaborazione al fine di programmare e gestire progetti che hanno un valore culturale e sociale. Verranno esercitate competenze trasversali quali: creatività, pensiero critico, risoluzione di problemi, perseveranza. Un’attenzione particolare verrà data alle competenze di cittadinanza incentivando la capacità di agire da cittadini e cittadine responsabili per partecipare pienamente alla vita civica e sociale del territorio di appartenenza dei e delle partecipanti.

● Lavorare su computer fissi

● Lavorare su computer portatili

● Capire La rete

● Incontro di approfondimento Agenda2030 (a cura di Martina Camatta): La prospettiva dell’educazione alla cittadinanza globale, coerentemente con il suo fine trasformativo e inclusivo, promuove la riflessione critica sulle connessioni tra locale e globale e sul rapporto tra diritti e responsabilità individuali e collettive al fine di co-creare una società equa e sostenibile. L’incontro vuole approfondire alcuni degli obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030, il quadro di riferimento internazionale per affrontare le grandi sfide del pianeta, e intende stimolare le i partecipanti a prendere consapevolezza di come il progetto contribuisce allo Sviluppo Sostenibile sia a livello locale che globale.

● Lavorare su Server

● Mettere assieme tutti i concetti appresi per costruire un’aula computer

● Incontro di valutazione finale del progetto (a cura di Martina Camatta) secondo i seguenti criteri: Coerenza (corrispondenza del progetto rispetto alle aspettative), Efficacia (livello di funzionalità, chiarezza e utilità del progetto), Sostenibilità (capacità del progetto di creare un gruppo di lavoro tra pari con delle ricadute territoriali anche al termine del progetto stesso). Verranno inoltre somministrati due questionari: uno di gradimento dell’iniziativa; uno di auto-valutazione delle competenze acquisite.

FASE 4: Serata di “restituzione” alla popolazione della nostra esperienza

Verrà organizzata dal gruppo di giovani partecipanti al progetto una serata/evento aperto alla comunità di restituzione di quanto appreso nei vari incontri. Sarà cura del gruppo di partecipanti individuare modalità di strutturazione, promozione e gestione dell’evento a cui saranno invitati in particolare i soggetti con cui si è collaborato. Al termine dell’incontro si prevede un piccolo rinfresco e momento conviviale che potrà essere anche occasione di “fare comunità”.

314 visualizzazioni0 commenti

Comentários


bottom of page