Un Mondo InSostenibile: foreste e cambiamenti climatici al centro dell'appuntamento di domani online



CIVEZZANO - Giovedì 18 Aprile alle ore 20.30 l’Ecomuseo Argentario in diretta, sulla piattaforma Zoom, propone l’ultimo appuntamento della rassegna “Un mondo InSostenibile”, questa volta dedicato a boschi, foreste e alla tempesta Vaia.


“Un mondo InSostenibile” è un format innovativo che ha l’intento di favorire una riflessione comune grazie alla possibilità di far dialogare le immagini di corti d’autore con i dati scientifici. Dopo la sospensione, a causa dell’emergenza sanitaria, della seconda edizione 2020 presso la biblioteca comunale di Civezzano, l’Ecomuseo Argentario ha deciso di proporre una versione online della rassegna. Per l’ultima serata si è scelto di creare un dialogo tra tre esperti: Roberto Barbiero climatologo e Coordinatore tecnico dell’Osservatorio Trentino sul clima, Francesco Cara docente all’Istituto europeo di design - IED e curatore della rassegna “Climate Space” e membro del The Climate Reality Project, organizzazione ambientalista fondata da Al Gore ed Elena Guella vicepresidente della Società Alpinisti Tridentini – SAT, moderati da Silvia Scarian Monsorno comunicatore della scienza. Il primo cortometraggio sarà The Church forests of Ethiopia di Jeremy Seifert (USA), che con poco più di 9 minuti trasporta in un mondo straordinario: l'altopiano etiope dove le chiese di rito ortodosso-etiope sono circondate da quello che resta (3%) della foresta primaria. Chiese costruite usando i materiali della foresta che a loro volta proteggono la foresta stessa e dalle quali, serbatoi di biodiversità, potrà rinascere la vegetazione originaria dell'altopiano etiope.

Il secondo documentario è La Notte di Vaia di Andrea Selva (Italia) che racconta un anno dopo la più grande tempesta delle Alpi, quella dell'ottobre 2018, con immagini inedite, sorvoli con droni nei luoghi devastati dal vento, ma soprattutto tante testimonianze e dati impressionanti su un evento meteorologico mai visto in Trentino. Dopo la visione dei corti, gli interventi di Roberto Barbiero ed Elena Guella favoriranno il dialogo con il pubblico sui temi della scienza del clima, della gestione dalle foreste e della biodiversità umana e naturale che custodiscono. Si prospetta una serata interessante, voluta proprio per favorire un dialogo tra mondo scientifico e artistico che permette di accogliere quella parte di pubblico che non si avvicinerebbe a questi temi in maniera diretta e di favorire una visione laterale e diversa anche da parte del mondo scientifico. Contatti: Lara Casagrande info@ecoargentario.it cell: 335 6514145


Questo il link per partecipare su Zoom: https://zoom.us/j/6040049384


33 visualizzazioni

Metti "mi piace" per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon