Tenna. Festival CamminaMenti. 1° Festival Europeo della Via Romea Germanica: il camminare lento





Dopo la pandemia, il fenomeno dei Cammini è esploso: sempre più turisti desiderano camminare, scegliendo la vacanza sui Cammini come forma di turismo "slow", rispettoso dell'ambiente ed appagante per il corpo e la mente. Il festival CamminaMenti, organizzato da Pro Loco di Tenna e amministrazione comunale di Tenna, APT Valsugana Lagorai e Associazione Via Romea Germanica nei giorni 16-17 e 18 settembre, racconta questo fenomeno in costante crescita.

A Tenna, borgo dal panorama mozzafiato a cavallo fra i laghi di Caldonazzo e Levico, da tempo si è puntato sulla Via Romea Germanica, Cammino storico che attraversa anche Tenna.

Questa via ha ottenuto il riconoscimento di Rotta Culturale Europea dal Consiglio d'Europa e guarda ora a nuove sfide. A cominciare dal Festival CamminaMenti, dedicato proprio a tutti coloro che amano i Cammini, che li hanno fatti o vorrebbero farli.

La Via Romea Germanica, tra storia centenaria e turismo slow

La Via Romea Germanica percorre quasi 2.200 chilometri da Stade a Roma e attraversa 3 Paesi, in 94 tappe: 45 in Germania, 3 in Austria e 46 in Italia.

La sua storia affonda le radici nella piena età medievale, rappresentando il collegamento più frequentato dai viandanti che dalla Germania erano diretti ai Roma.

La Via Romea Germanica in particolare ripercorre il viaggio affrontato dall’abate Alberto di Stade nel 1236 verso Roma, trascritto con dovizia di particolari nel suo diario di viaggio.

Tenna ci crede in questo cammino centenario: grazie al lavoro del Sindaco e della Pro Loco, Tenna è sulla guida ufficiale della Via Romea Germanica come collegamento sulla rotta storica.

Non dimentichiamo inoltre che Tenna ha una lunga storia come antico punto di passaggio, almeno dall’età romana: il paese infatti custodisce un prezioso miliare antico di quasi duemila anni, un massiccio cilindro di pietra con inciso il numerale XXXXI, quindi 41, come le miglia che separavano la zona dei Laghi dalla città di Feltre. E questa testimonianza di pietra è ancora lì a segnare la strada ai camminatori, come duemila anni fa.

"Camminamenti – Primo Festival europeo della Via Romea Germanica" porterà a Tenna per tre giorni (16, 17 e 18 settembre 2022) scrittori, blogger, viaggiatori e operatori: ognuno di loro parlerà della sua concezione di Cammino. Il programma è arricchito da concerti, spettacoli, teatro, animazione per bambini e ragazzi, gastronomia del territorio.

L'obiettivo più generale è incentivare il turismo a "passo lento", la sua sostenibilità ambientale e i benefici che ne derivano, sul territorio della Valsugana, destinazione che con APT ha ottenuto la certificazione green GSCT.

Il festival del camminare lento: il programma

Il programma del festival CamminaMenti ha avuto già una suggestiva anteprima di presentazione lunedì 5 settembre con i pellegrini della staffetta Pilgrim Open Horizons, partiti da Oslo il 2 maggio e diretti a Roma, che a Tenna hanno raccontato il loro viaggio.

Dal 16 al 18 settembre, il Festival che si svolgerà in vari luoghi del paese, vedrà la partecipazione del Presidente europeo della "European Association Via Romea Germanica" all'inaugurazione, del Presidente nazionale dell'Associazione Via Romea Germanica Italia, Flavio Foietta.

Avrà al suo interno momenti di conoscenza storica, come la camminata di sabato 17 settembre lungo la Via Romea Germanica dal Castello di Pergine a Tenna (da prenotare, posti limitati); o di rievocazione storica e scambio culturale con il Gruppo Storico degli Sbandieratori di Chiusi della Verna, altro borgo situato sulla Via Romea, in provincia di Arezzo. Da segnalare ancora lo spettacolo "medioevale" di musica, mangiafuoco e animazione del Gruppo Ballata Bellica di sabato sera e lo spettacolo teatrale di domenica 18 sera "Albert, vita e pensieri di un pellegrino medievale" che ci riporteranno ai tempi lontani dei pellegrini e dei viandanti. Il Festival CamminaMenti offre sabato 17 anche un’esperienza inedita in una location aperta per la prima volta al pubblico dopo anni restauro: il forte di Tenna infatti ospiterà nelle sue sale l'esclusiva cena con la cucina trentina di un tempo e il dolce povero "pinza de lat" su ricetta originale del paese; è la "Cena del pellegrino", da prenotare per tempo perché i posti sono limitati.

Le dichiarazioni

Loredana Camin, Vicesindaco di Tenna: “Quest’evento è stato fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Tenna, in concerto con Pro Loco di Tenna, APT Valsugana Lagorai e Associazione Via Romea Germanica. Lungo la storica Via Romea Germanica Tenna è la tappa ideale per accogliere i camminatori e questo Festival è un’occasione d’oro per sostenere il turismo slow e green.”

Franco Passamani, Vicepresidente della Pro Loco di Tenna: “Anche noi crediamo davvero nell’importanza dei cammini storici e del turismo green, per questo la Pro Loco ha voluto fortemente quest’evento. Inoltre tutto ciò collima con la volontà di riaprire e valorizzare il forte di Tenna, ristrutturato ormai da alcuni anni. Abbiamo potuto raggiungere questo obiettivo grazie alla forte rete di volontari che hanno collaborato all’organizzazione di quest’iniziativa.”

Stefano Ravelli, Direttore APT Valsugana Lagorai: “La valorizzazione della Via Romea Germanica come cammino storico è un’occasione per proporre Tenna e il suo territorio come destinazione turistica per tutto l’anno: negli ultimi anni abbiamo infatti notato che piccoli gruppi di camminatori intraprendono il cammino lungo la Via Romea Germanica durante tutte le stagioni. Quest’iniziativa e la valorizzazione della Via Romea Germanica possono contribuire a destagionalizzare le presenze turistiche anche nelle aree meno conosciute del territorio.

Non dimentichiamo inoltre che da alcuni anni la Valsugana ha ottenuto la certificazione per il turismo sostenibile, confermandosi come destinazione green privilegiata per la presenza di boschi, laghi, aria pulita …. Mi auguro davvero che quest’edizione di CamminaMenti possa essere la prima di tante iniziative dedicate ai cammini storici e al camminare lento.”


Luigi Zoppello, Responsabile Via Romea Germanica Trentino: “Il Festival è dedicato al tema dei Cammini storici, perché ormai sempre più gente vuole camminare. Questo è davvero un trend da monitorare perché interessa anche territori meno conosciuti ma di grande valenza ambientale e naturale. Tutti questi aspetti saranno raccontati attraverso le testimonianze di chi questi cammini li ha vissuti in prima persona: scrittori, blogger, camminatori…

Ecco alcuni nomi: Irene Matassoni, organizzatrice di trekking per non vedenti e con disabilità, Alessio Tomasella, malato di fibrosi cistica che ha fatto un viaggio a piedi da Canterbury a Roma, John Mpaliza della Marcia dei bruchi che ha portato 5000 ragazzi a camminare per la pace, Thomas Mohr, avvocato tedesco partito con tre lama e due amici dall’Alto Adige alla volta di Roma. E ancora lo scrittore trentino Valentino Corona, che racconta il suo pellegrinaggio a Santiago, Valeria Tron, che ha scritto del ritorno a casa nel suo piccolo paese d’origine abitato da una sola persona e infine Luigi Nacci, profeta della viandanza.

A completare il programma ci saranno musica, concerti, camminate, spettacoli e le cene nella bellissima location del forte di Tenna”.


Info

tennaproloco.wordpress.com; pagina Facebook Pro Loco Tenna APS

248 visualizzazioni0 commenti