top of page

Telve. Beatrice Dalledonne verso le pre finali di Miss Italia


Beatrice Dalledonne (Foto G. Facchini/ Media Press Team)



di GIUSEPPE FACCHINI

Dal 16 al 19 settembre si svolgeranno le prefinali nazionali del concorso di Miss Italia. La Valsugana sarà rappresentata da ben tre ragazze che hanno vinto le finali regionali organizzate da Sonia Leonardi e dalla Soleo. Le serate 2022 hanno riscosso un risultato straordinario sia in termini di pubblico che di partecipazione da parte delle ragazze.


BEATRICE DALLEDONNE 18 anni, di Telve, studentessa, campionessa di salto in alto, Miss Sport


Beatrice, come è andata finora l’esperienza di Miss Italia?

«Molto bene, è stato tutto inaspettato, è iniziata per caso. Stavo studiando per la maturità e mi è arrivato un messaggio da Sonia Leonardi che ero stata segnalata e se volevo partecipare alla sfilata in Tesino. Pensavo inizialmente fosse solo per la sfilata e non per il concorso e ho affrontato la cosa con Enrica Rossi con un pizzico di paura, ma ci siamo dette: "proviamo a questo punto". Abbiamo vinto entrambe una fascia quella sera e poi abbiamo proseguito. Ho scoperto un mondo nuovo che non conoscevo. Ho imparato il portamento, a stare sui tacchi e diverse altre cose. Sfilo come fare una gara di salto in alto, all’inizio c’è un po’ d’ansia poi un volta saltata la misura di entrata sei più tranquilla. Mi imbarazza a volte parlare in pubblico, ma ora va meglio. Quando ho vinto la fascia di Miss Sport ho parlato di atletica senza problemi perché è il mio amore grande, la mia passione».


Cos’è per te l’atletica leggera?

«È stata la mia salvezza, perché mi ha permesso di diventare la persona determinata che sono e di mettermi sempre alla prova. Il bello è volare quando fai il salto, una bella sensazione che chi non fa atletica non può provare. È una specialità impegnativa, un misto di concentrazione e gesto atletico».


Come ti definisci?

«Una ragazza semplice con dei valori, in primis la famiglia e i nonni, determinata, che non ha paura di mettersi in gioco e far fatica. Ho studiato biotecnologie sanitarie e a settembre faccio il test per l’ingresso alla facoltà di medicina. Mi piace uscire con gli amici, cucinare ma soprattutto mangiare, il mio cibo preferito la pasta con i pomodorini e la mozzarella. Cucino tante torte ma per gli altri, perché preferisco più il salato che il dolce».


Cosa ti aspetti dalle prefinali?

«Non mi monto la testa e non mi illudo sicuramente. È iniziato per caso e non ho ragioni per prendermela se non andasse bene».

Qualche ringraziamento?

«La famiglia, gli amici, il mio ragazzo, la Soleo e Sonia Leonardi».




857 visualizzazioni0 commenti

留言


bottom of page