Premio Alto Rendimento a Nef: la soddisfazione della Cassa Rurale Valsugana e Tesino


La sede della Cassa Rurale Valsugana e Tesino a Borgo Valsugana

Premiato per il miglior rendimento medio negli ultimi 36 mesi da "il Sole 24 Ore" e da Refinitiv, con 4 comparti di profilo marcatamente "etico", protagonista di ben 16 mila Piani di Accumulo Capitale: è il fondo Nef, il principale strumento di lavoro nell'attività di consulenza ai Soci e Clienti della CR Valsugana e Tesino.

La soddisfazione dell'Area Finanza nelle parole di Damiano Fontanari...


BORGO VALSUGANA – In questi ultimi anni – caratterizzati da rendimenti molto bassi o ridotti a zero per i tradizionali investimenti obbligazionari, compresi i titoli di Stato – gli investitori si trovano sostanzialmente di fronte a due vie: ricorrere al “fai da te”, inseguendo alti rendimenti a fronte però di rischi elevatissimi, oppure affidarsi alla diversificazione con fondi d’investimento come il NEF che è il principale strumento di lavoro nell’attività di consulenza ai Soci e Clienti della Cassa Rurale Valsugana e Tesino.

Damiano Fontanari, Area Finanza CRVT

NEF, infatti, è il fondo di investimento creato da NEAM S.A., società di Asset Management del Gruppo Cassa Centrale per offrire soluzioni di qualità alle esigenze di gestione del risparmio dei clienti delle banche fortemente radicate sul territorio come le casse rurali. L’attuale sviluppo del fondo consente di ripartire il proprio capitale tra le più significative opzioni offerte dai mercati, scegliendo settori economici, aree geografiche tipologie di prodotti.

Damiano Fontanari (nella foto), dell’Area Finanza della CRVT, lo spiega in maniera comprensibile a tutti: «Con Nef proponiamo rendimenti molto interessanti, contenendo però al massimo i rischi e la volatilità. Ai nostri clienti non vogliamo certo far rischiare l’osso del collo. Li vogliamo tutelare al massimo, consigliandoli nel migliore dei modi.»

E la riprova che i clienti di CRVT siano stati consigliati assai bene è dimostrata dal fatto che questi fondi, nella media degli ultimi 36 mesi, sono risultati, in base a criteri oggettivi, tra i migliori in assoluto. A certificarlo sono ben due premi. «Con grande soddisfazione di noi colleghi dell’Area Finanza e consulenti di CRVT – afferma Fontanariabbiamo appreso che il prestigioso quotidiano economico “Il Sole 24 Ore” ha assegnato, per il secondo anno consecutivo, il Premio Alto Rendimento proprio al fondo NEF. A distanza di qualche giorno è giunta un’ulteriore conferma: Refinitiv, leader mondiale nell’offerta di tecnologie e dati per i mercati finanziari, ha conferito a NEF il premio come migliore gestore di fondi di categoria fino a 5 miliardi nei rendimenti a 3 anni».

«I comparti NEF – aggiunge Fontanarisono stati presi in esame alla luce di un’analisi basata sulla valutazione dei risultati conseguiti negli ultimi tre esercizi (2018-2019-2020) e comparata con gli altri fondi appartenenti alla medesima categoria. Gli esaminatori hanno valutato superiore la qualità media dei 18 comparti NEF rispetto a quella dei fondi gestiti dalle altre società candidate,risultato che dimostra essere vincente la strategia adottata da NEAM e supportata dal lavoro di un gruppo di banche clienti e soprattutto delle 77 BCC/CR/Raika del Gruppo Cassa Centrale.»

«Questi riconoscimenti – continua Fontanarisono importanti perché prendono a riferimento i risultati di almeno un triennio e soprattutto gli andamenti della gestione durante un anno particolarmente difficile come il 2020. Crediamo perciò che sia un motivo di soddisfazione condividere con tutti coloro i quali hanno scelto questi strumenti finanziari di NEF, i riconoscimenti citati che confermano in maniera oggettiva la qualità delle proposte e soluzioni finanziarie che caratterizzano in via prioritaria l’offerta ai clienti della banca. Inoltre penso sia opportuno ricordare come all’interno degli attuali 18 comparti del fondo NEF ve ne siano ben 4 con profilo marcatamente etico e cioè che selezionano gli emittenti da inserire nel fondo in base a specifici criteri di rispetto dell’ambiente, delle persone, alle modalità di governance societaria e anche al raggiungimento degli obiettivi dell’agenda ONU in termini di risoluzione delle problematiche economiche. Questi ultimi aspetti crediamo convintamente che possano fare la differenza tra investimenti tradizionalmente intesi e investimenti che guardano a futuro e verso le nuove generazioni. Mentre fino a qualche anno fa la scelta di investimenti etici era una nicchia ricercata da pochi clienti e proposta da poche società di gestione del risparmio, oggi diventa sempre più la scelta richiesta da un pubblico vasto di risparmiatori ed una svolta necessaria nell’ambito dell’industria del risparmio. Crediamo, anche per questo, di poter sottolineare e confermare un adeguato e tradizionale posizionamento naturale della Cassa Rurale pure su questi aspetti della finanza etica che traducono i valori di riferimento fondanti per una banca di territorio.»

«Infine – conclude Damiano Fontanarivoglio ricordare come CRVT, attraverso il lavoro quotidiano dei suoi consulenti, nel corso degli anni abbia saputo costruire circa 16 mila posizioni di Piani Accumulo Capitale utilizzando solo i comparti del fondo NEF, per l’investimento graduale nel tempo di più di 90 mln di euro di risparmi dei clienti.» Insomma, NEF non gode solo di un alto rendimento sui mercati, ma anche di un alto gradimento fra gli investitori.










341 visualizzazioni0 commenti