top of page

Pergine. Nuovi servizi sanitari nel compendio ex psichiatrico




Undici milioni di euro per rafforzare l’offerta sanitaria sul territorio della Valsugana.


L’assessore provinciale alla salute, Stefania Segnana ha annunciato gli interventi che - a partire da inizio 2023 – interesseranno alcuni padiglioni del compendio dell’ex ospedale psichiatrico di Pergine, dove troveranno sede i nuovi servizi di Casa della comunità, Ospedale di comunità e Hospice. L'occasione per discutere delle rilevanti novità è stato un incontro con il sindaco del capoluogo valsuganotto, Roberto Oss Emer; presenti anche il dirigente generale del Dipartimento salute Giancarlo Ruscitti, il dirigente del Servizio politiche sanitarie e per la non autosufficienza Andrea Maria Anselmo, il direttore generale dell’Azienda sanitaria Antonio Ferro con il direttore del Dipartimento infrastrutture dell'Apss Debora Furlani, il direttore dell’integrazione socio sanitaria Elena Bravi e il direttore del Distretto est Enrico Nava. «Si tratta di una riorganizzazione che punta a sostenere il territorio, garantendo i servizi esistenti e promuovendo nuove iniziative» ha spiegato l’assessore Segnana, usando parole di soddisfazione ed evidenziando il grande lavoro di ricognizione degli spazi compiuto dall’Apss e di analisi dei requisiti previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Accanto ai fondi del Pnrr – che indica le linee guida per la medicina sul territorio – la Provincia sostiene le iniziative con 5,4 milioni di euro al fine di dare risposta alle esigenze di salute della comunità locale.

I servizi della Casa della comunità – previsti dal DM 77/2022 – troveranno in parte spazio al piano rialzato del padiglione “ex Neuro osservazione” e verranno completate con la ristrutturazione del piano rialzato del “Perusini”. Un intervento che comporterà lo spostamento della Residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza (Rems) dal Perusini al piano rialzato del padiglione Pandolfi, che è attualmente occupato dalla comunità residenziale “I larici”, per la quale si stanno individuando collocazioni alternative.

Nello specifico, nell’immobile ex osservazione ex Neuro verranno riorganizzate le funzioni della casa della comunità quali: Punto prelievi, Punto unico di accesso (Pua) e Servizi di cure primarie e domiciliari, consultorio e ambulatori specialistici, utilizzando anche gli spazi dell'ex radiologia.

Al piano rialzato del contiguo Perusini troveranno collocazione gli ambulatori dei medici di medicina generale e l'alcologia, attualmente collocate in altro padiglione consentendo una razionalizzazione organizzativa delle funzioni in linea con il DM 77.

La ristrutturazione del Perusini consentirà inoltre di destinare il primo piano alla realizzazione di un hospice, con 9 posti letto, che garantirà un complessivo aumento dei posti letto provinciale, in attuazione alle disposizioni nazionali. Il secondo piano accoglierà invece i 17 posti letto dell’Ospedale di comunità. L'orizzonte temporale per la conclusione dei lavori Pnrr è il 2026.






132 visualizzazioni0 commenti
bottom of page