top of page

Pergine Festival: danza, musica e nuovi media






Domani, alle 18.30 e alle 19.45 in Piazza Municipio, restituzione di “Harvest”, la residenza perginese del collettivo francese Sauf le dimanche. Alle 20.30, va in scena all’Ex Rimessa Carrozze “Augmented me” dei romani Mopstudio. Chiude la musica di Cosmetic in piazza Fruet.


Tanti gli appuntamenti in programma domani, venerdì 8 luglio, a Pergine Festival. In piazza Municipio arriva il collettivo francese Sauf le dimanche con la restituzione di “Harvest”; alle 18.30, 20.00 e 21.30 a Palazzo Crivelli c’è “Soft Skills But Strong” di Elisabetta Consonni; alle 20.30, all’Ex Rimessa Carrozze tocca a Mopstudio con “Augmented me”. Infine, alle 21.30 in piazza Fruet, suona l’indie-alternative rock di Cosmetic.


Marie, Emilie e Claudio, i tre performer del collettivo Sauf le dimanche, hanno trascorso una settimana in residenza a Pergine, durante la quale hanno chiesto agli abitanti della città di donare loro un gesto. Non un gesto qualunque, ma un gesto che possa rappresentare la risposta a una domanda: quali gesti vogliamo dedicare ai nostri spazi comuni? Di quale gesto abbiamo bisogno oggi? Le risposte a queste domande sono diventate la materia prima della loro performance. “Harvest”, la restituzione pubblica di questa collezione di gestualità, è in programma alle 18.30 e 19.45 in Piazza Municipio. Il progetto è realizzato con il supporto di L’Agora-Desnos Theater in Evry (France) e di (Un)common Spaces 2020-2024.

In cartellone alle 20.30 all’Ex Rimessa Carrozze, c’è invece Mopstudio con “Augmented me”, spettacolo vincitore di Supernova 2022, la call for proposal che Pergine Festival dedica a spettacoli e performance che indagano la contemporaneità attraverso drammaturgie originali, forme e linguaggi innovativi.

“Augmented me” racconta la storia di una donna e il suo percorso alla ricerca di se stessa. Cresciuta in una famiglia poco attenta ai suoi desideri, la protagonista combatterà tutta la vita contro la sensazione di essere respinta. Ma quella portata in scena dalla compagnia romana non è una narrazione convenzionale, perché mette insieme danza, musica e nuovi media per far emergere il lato invisibile di questa storia. La performer si muove all’interno di una scenografia interattiva che è al contempo causa ed effetto delle sue azioni. Musica, voce e luci permettono di creare un ambiente emozionale in cui il “sé” può finalmente esprimersi e rendersi visibile.


La serata di Pergine Festival si chiude alle 21.30 in piazza Fruet con la musica di Cosmetic, band indie-alternative rock nata nei primi anni 2000 sulle colline romagnole.


Il programma completo di Pergine Festival è su www.perginefestival.it.


175 visualizzazioni0 commenti

Комментарии


bottom of page