top of page

Pergine. ACS-Canale: Lago d'Iseo, che gita


Lago d'Iseo




di LINO BEBER

L'ACS-Canale sez. adulti e pensionati guidata da Luciano Biasi ha effettuato una gita al lago d’Iseo con 53 persone.


Il lago d’Iseo, noto anche come lago Sebino, è di origine glaciale e si trova tra le province di Brescia e di Bergamo. Con i suoi 65,3 km² è il quarto lago lombardo e il sesto italiano per superficie. Ha una profondità massima di 251 metri e suo immissario principale e anche emissario è il fiume Oglio che va poi a confluire nel Po.

In mezzo al lago 3 isole: Monte Isola, la più grande e la più alta isola lacustre naturale d’Italia, alla quale fanno da satelliti a Nord e a Sud i due isolotti di Loreto e di San Paolo.

Quest'ultimo nel 1916 fu acquistato dalla famiglia Beretta titolare dell’omonima industria produttrice di armi. Nel 2016 l’artista bulgaro Christo Vladimirov Yavachev con la moglie Jeanne-Claude hanno realizzato sul lago il progetto The Floating Piers, una rete di pontili galleggianti color giallo dalia collegata tra Sulzano e Montisola e l’isolotto di San Paolo, che in soli 16 giorni ha visto camminare sull’acqua 1.400.000 persone.

Dopo la visita guidata del centro di Sulzano con il suo centro storico, la Pieve di Sant’Andrea risalente al V secolo in stile romanico-gotico con interno neoclassico e la pala di un altare del pittore veneziano Francesco Hayez (1791-1882), una singolare danza macabra nella vicina chiesetta di san Silvestro, il traghetto ci ha portati a Monte Isola sulla cui vetta a 600 m s.l.m. si trova il Santuario della Madonna della Ceriola, una piccola chiesa fatta costruire nel V secolo per volere di

San Vigilio, vescovo di Brescia, che portò la fede nella zona del Sebino sopprimendo il culto della dea pagana Iside (da cui pare derivare il nome Iseo).

Nel 1836 in Lombardia si diffuse il colera e gli abitanti di Monte Isola, disperati per le numerose vittime, si rivolsero alla “loro” Madonna salendo in processione verso il Santuario dove fecero voto di consacrare quella domenica se fosse cessato quel castigo. Da quel giorno la malattia si indebolì fino a scomparire. Il nome Ceriola ha lo stesso significato della Candelora che ricorre il 2 febbraio e si riferisce alla Purificazione della Vergine.

Il santuario fu poi ampliato e modificato e dalla sua posizione dominante si gode il panorama su tutto il Sebino.

A Monte Isola abbiamo consumato il fiero pasto seguito da una passeggiata tra il verde degli olivi con vista sulla Rocca Martinengo e con il battello abbiamo poi circumnavigato l’isola osservando da vicino gli isolotti satelliti prima di tornare sulla terraferma e riprendere la strada di casa. Nel viaggio siamo stati allietati dalle gaie storielle di Paolo Fontanari e di Luisana Leonardelli.


34 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page