Passo Rolle, consegnato il cantiere per la riqualificazione




Una piazza e diversi servizi per residenti e ospiti, al posto dell’ecomostro di Passo Rolle. Con la consegna del cantiere alle ditte che si sono aggiudicate l’appalto, è stata avviata ufficialmente la riqualificazione dell’area dopo la demolizione dell’ex albergo “Passo Rolle”, un intervento che si pone come il primo passo in vista del collegamento San Martino - Passo Rolle. “Il compendio, posizionato in corrispondenza del passo all’interno del Parco naturale Paneveggio Pale di San Martino, costituisce una innata porta di ingresso in una terra che rappresenta un patrimonio culturale e paesaggistico di grande valore” osservano gli assessori allo sviluppo economico Achille Spinelli e allo sport e turismo Roberto Failoni. I rappresentanti della Giunta evidenziano come sia fondamentale investire in “un turismo che faccia della qualità e della sostenibilità i cardini dello sviluppo locale e del Trentino, valorizzando il paesaggio e l’ambiente naturale che rappresentano risorse inestimabili per la nostra terra”. L’appalto principale è stato aggiudicato all’impresa Ste Costruzioni generali srl di Moena, mentre la realizzazione dell’area giochi è stata affidata alla ditta Il Gabbiano scs di Trento.


L’intervento di riqualificazione è frutto dell’accordo sottoscritto a fine 2019 tra Provincia autonoma di Trento, Comune di Primiero San Martino di Castrozza e Patrimonio del Trentino spa. Un accordo che prevede la sistemazione paesaggistica dell’area di risulta dalla demolizione dell’ex struttura ricettiva e di realizzazione di spazi pubblici destinati a servizi collettivi. A tal fine, il Comune ha stanziato l’importo lordo di 70.000 euro e ha provveduto ad acquisire, nel 2020, un comodato gratuito sull’area pertinenziale della chiesetta della Madonna Assunta, di proprietà della Parrocchia dei Santi Martino e Giuliano di Siror. Patrimonio del Trentino si è invece fatto carico della progettazione, dell’acquisizione di tutte le necessarie autorizzazioni e dell’esecuzione dei lavori, impegnando a tal fine la somma di 330mila euro.


Il fulcro del progetto, sviluppato dall’architetto Cesare Micheletti di Cavalese, è costituito da una piazzetta centrale per la socializzazione di visitatori ed escursionisti, anche per svolgere varie attività ricreative all’aperto. Non mancherà un edificio info-point sospeso, la fermata per il trasporto pubblico, un punto ristoro per i ciclisti e un piccolo parcheggio di servizio per la sosta breve di auto e moto.

La sistemazione paesaggistica, a corredo della zona centrale, partirà dalla paretina in roccia a vista che delimita il piazzale, in corrispondenza della quale sarà realizzato un giardino roccioso alpino con le principali specie botaniche tipiche degli habitat delle Dolomiti e del Lagorai. L’intervento comprende anche la sistemazione del collegamento pedonale con la sovrastante chiesetta mediante due percorsi: il primo consiste in un vialetto che si sviluppa sinuoso lungo il pendio e rende accessibile a tutti il sagrato della cappella; il secondo è formato invece da una scalinata che attraversa più direttamente il giardino botanico. Anche il sagrato sarà oggetto di una riqualificazione al fine di costituire un vero e proprio belvedere panoramico. Completa l’intervento la realizzazione di un’area giochi composta da cinque totem in legno: essi, oltre ad essere delle stele giocabili e scalabili che permettono la visione e la conoscenza del paesaggio circostante, diventano anche un landmark che compone la scritta “Rolle”.



559 visualizzazioni0 commenti