L’agricoltura sostenibile vista dai consumatori: appuntamento a Vattaro il 18 settembre






Riprendono i momenti d’incontro sull’Altopiano della Vigolana con lo scopo di coltivare sempre più il concetto di sostenibilità ambientale.


Sabato 18 settembre, alle ore 10.30, lungo la strada forestale della Val dei Oveni

Vattaro - Altopiano della Vigolana, nell'ambito della tradizionale "Festa della Pera" di Vattaro, si terrà l'incontro dal titolo

L’agricoltura sostenibile dal punto di vista del cittadino/consumatore” con l'intervento della dott.ssa Francesca Forno dell’Università degli studi di Trento – Centro Agricoltura Alimenti Ambiente e l'Associazione l'Ortazzo.

L’incontro, come illustrato da Sabrina Martinelli di Solidarietà Vigolana Odv, sarà l'occasione per stare a

contatto con la natura e approfondire e capire insieme alla dott.ssa Francesca Forno che bastano piccole

scelte quotidiane per ridurre il proprio impatto ambientale, tutelare la biodiversità, la propria salute e quella del proprio territorio.

Seguirà poi l’associazione l’Ortazzo, nata nel 2009, che svolge attività di utilità sociale nei settori della

cultura contadina, dell’aggregazione giovanile e della promozione dell’agricoltura biologica e

conservativa. L’Ortazzo è anche un Gruppo di Acquisto Solidale (GAS).

Per chi fosse interessato a partecipare, occorre prenotare il proprio posto sul sito

https://www.solidarietavigolana.it/iscrizioni-incontro-agricoltura-sostenibile/

L'incontro si terrà lungo la strada forestale della Val dei Oveni, facilmente raggiungibile a piedi con una passeggiata di circa 15/20 minuti partendo dal centro di Vattaro. Il percorso è adatto a tutti e sarà appositamente segnalato. In caso di maltempo l’incontro si terrà nel Teatro Comunale di Vattaro.

Tutte le info su www.solidarietavigolana.itinfo@solidarietavigolana.it – tel. 353 4295660


Il progetto “Sostenibilità in Cammino”, finanziato all’interno del Bando 2021 del Piano Giovani Zona

Altopiano Vigolana, nasce dalla certezza che questo periodo “sospeso” che stiamo attraversando vada

vissuto come un’opportunità di cambiamento, un momento di transizione che ci debba gradualmente

portare ad una nuova visione del territorio, in un’ottica di rispetto e valorizzazione dello stesso.

Per fare ciò, Solidarietà Vigolana OdV assieme all’associazione “L’Ortazzo” e all’Ecosportello di “Fa’ La Cosa Giusta!” Trento ha organizzato un ventaglio di attività e incontri estivi all’aperto con lo scopo di condividere e far conoscere al territorio alcune buone pratiche e realtà provinciali che operano e promuovono la tematica della sostenibilità ambientale.

Si mira a una nuova visione spinta dalla creazione di una rete che si auto-supporta, condividendo

esperienze, idee e possibilità che riguardino il tema della sostenibilità ambientale e che possano generare

ricadute positive. Invogliare alla condivisione di piccoli e grandi gesti, concretizzabili da chiunque, che

stimolino la voglia e la responsabilità di applicare al quotidiano piccole accortezze che possono fare la

differenza.

Il progetto prevede l’organizzazione di una serie di momenti d’incontro sull’Altopiano, con lo scopo di

presentare come il concetto di sostenibilità ambientale si stia sempre più diffondendo. Sono invitate a partecipare alcune realtà che rappresentano delle buone prassi a livello provinciale e ogni incontro sarà

dedicato a un particolare settore (per esempio mobilità sostenibile, turismo sostenibile, agricoltura sostenibile, finanza etica, economia solidale, ecc.). Parallelamente alla condivisione delle buone pratiche con il territorio, l’obiettivo è di dare spazio ad alcune realtà consolidate già operative, ma che probabilmente non sono conosciute da tutta la popolazione.

Questi momenti d'incontro vogliono fungere da "scintilla", ovvero non essere solamente occasione

per informare, ma uno stimolo per la creazione di un gruppo di cittadinanza attiva, che possa fare tesoro

delle buone prassi presentate e che si interroghi sulla possibilità di applicarle o adattarle nel concreto.

"Sostenibilità in Cammino" vuole fungere da catalizzatore, quindi il coinvolgimento e le ricadute sul territorio sono fondamentali.








106 visualizzazioni0 commenti