In bici per parlare di Alzheimer

Aggiornato il: 17 ott 2019

Da Levico a Treviso in bicicletta per sensibilizzare sulla malattia di Alzheimer


VALSUGANA – Un viaggio in bicicletta dalla Valsugana a Treviso per sensibilizzare le persone sulla malattia di Alzheimer, nonché sulle problematiche sanitarie, sociali e culturali che le famiglie sono chiamate ad affrontare quando un proprio caro incontra l’Alzheimer o altre forme di demenza che cancellano la memoria. Questo il significato dell’iniziativa PedalAlzheimer Fest 2019, organizzata dalla Apsp di Levico e sostenuta dalla Provincia autonoma di Trento, svoltasi il 13 settembre scorso complice una splendida giornata di sole.

La colorata carovana di ciclisti di ogni età – composta da rappresentanti della Provincia, delle Apsp trentine, delle associazioni Alzheimer, dei responsabili dei servizi sociali delle comunità di valle, di Apss e da diversi altri ciclisti simpatizzanti – si è messa in moto da Levico Terme per affrontare un percorso a staffetta di 140 chilometri fino a Treviso, dove sabato 14 e domenica 15settembre era in programma l’Alzheimer Fest 2019.

Dopo la partenza dal bicigrill di Levico Terme, i saluti del sindaco Gianni Beretta, ad ospitare la prima tappa del giro a Borgo Valsugana è stata l'Apsp San Lorenzo e Santa Maria della Misericordia con i saluti dell’amministrazione comunale. Qui è intervenuto anche l’assessore provinciale alla salute, Stefania Segnana, che ha pedalato con il gruppo fino a Grigno accompagnata da alcuni rappresentanti del Veloce Club Borgo.

A Grigno, presso l'Apsp Casa di Soggiorno Suor Filippina, la carovana è stata accolta dal sindaco di Grigno Leopoldo Fogarotto. Il gruppo ha quindi percorso la ciclovia del Brenta fino a Piazzola sul Brenta (lungo la riva destra nel tratto Bassano – Piazzola). Poi i partecipanti hanno imboccato la ciclabile dell’Ostiglia da Piazzola sul Brenta fino a Treviso, al parco di Sant’Artemio, dove si è svolta l’Alzheimer Fest 2019. A tutti i partecipanti che hanno affrontato l’intero percorso è stata assegnata la maglia rosa dell’iniziativa.

«In Trentino – ha spiegato l’assessore Segnana nel suo intervento – l’attenzione è molto alta per supportare le famiglie e i pazienti che lottano contro questo male. Manifestazioni come questa sono davvero importanti per sensibilizzare tutti i soggetti coinvolti e la popolazione sulla complessità della malattia e sulle sue implicazioni sociali, anche al fine di migliorare e rendere ancora più efficaci le politiche messe in campo dalle istituzioni e dall’Azienda sanitaria provinciale. Un sentito ringraziamento, unitamente al sostegno convinto della Provincia – ha concluso Segnana – va alle associazioni e agli operatori che si impegnano ogni giorno a tale scopo».

0 visualizzazioni

Metti "mi piace" per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon