Covid-19: in Trentino salgono ricoveri e terapie intensive, tre decessi



Come ormai da settimane capita per l'effetto week-end, durante il quale si assiste a una riduzione dei tamponi processati, oggi il numero dei positivi in Italia scende di oltre 7 mila unità, passando dai 29.907 di ieri ai 22.253 contenuti nell'ultimo bollettino diramato nel pomeriggio dal ministero della Salute. Con meno tamponi effettuati il rapporto percentuale positivi-tamponi rimane sostanzialmente stabile (16,39% oggi mentre ieri era a 16,30%). Crescono però le terapie intensive, che ormai hanno superato quota 2 mila, e i ricoveri. Un trend che si riscontra anche nella nostra provincia, mentre sale l'attesa in tutto il Paese per le nuove misure contenitive della pandemia che il Governo sta mettendo a punto con il concerto delle Regioni, anche se appare molto difficile trovare la quadra fra le esigenze diverse dei vari territori...


Per quanto riguarda il Trentino, sono 187 i casi positivi registrati nel rapporto odierno dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari. Di questi i sintomatici sono 104, ma rimane significativa la cifra relativa ai casi individuati attraverso le tecniche di rintracciamento. L’Azienda dice anche che i contagiati fra gli over 70 sono 33 e che sono emersi altri 22 casi di bambini e ragazzi in età scolare in merito ai quali si stanno perfezionando gli approfondimenti per stabilire se disporre la quarantena per le rispettive classi (ieri quelle in isolamento sono risultati essere 181).

Anche oggi si registrano purtroppo 3 decessi, mentre sale il numero dei ricoveri e dei pazienti in terapia intensiva che sono rispettivamente 189 di cui, per l’appunto, 11 in rianimazione.

I tamponi analizzati ieri sono stati 937, tutti all’Ospedale Santa Chiara.




35 visualizzazioni0 commenti