Costanza Donato, specialista negli ostacoli


Costanza Donato

di Giuseppe Facchini


PERGINE VALSUGANA Costanza Donato, 20 anni a febbraio, specialista dei 100 metri ostacoli, è in forza al Gs Valsugana dal 2017. L’abbiamo incontrata per parlare del suo percorso sportivo e della nuova stagione.


Costanza, come ti sei avvicinata all’atletica leggera?

«Frequentavo le scuole elementari e il mio insegnante ha visto in me delle buone doti e mi ha consigliato di fare atletica. Ho iniziato quindi già a 7 anni e continuo ancora. Io sono molto veloce pertanto potrei essere anche una velocista solo che avendo una buona tecnica sugli ostacoli ho messo insieme queste due cose e sono diventata una centostacolista. Quest’anno vorrei fare i 100 ostacoli, ma anche qualche gara sui 100 piani».


Cosa ti piace di questa specialità?

«È una disciplina più mentale che fisica, perché bisogna essere molto concentrati, ci sono tanti dettagli da curare e questa cosa mi affascina e poi la sanno fare in pochi perché spesso si ha paura di questa gara. Mi piace proprio perché è diversa dalle altre, è adrenalina pura, sui 100 metri corri a basta, ma qui c’è qualcosa di diverso».


Quest’anno hai cambiato anche città...

«Ho sempre vissuto vicino a Udine, a Codroipo, dove mi sono diplomata a luglio, ma da poco mi sono trasferita con la famiglia a Padova e mi alleno al Palaindoor con Adriano Benedetti».


Parlaci della nuova stagione 2020...

«Mi sto dedicando all’atletica al 100 per 100, mi alleno tanto, sette giorni su sette, mi sto curando a livello fisico con l’allenatore, il medico sportivo, il fisioterapista. Il mio obiettivo di quest’anno non sono i risultati ma lo star bene e allenarmi tanto e di conseguenza arriveranno i risultati, voglio fare le cose con calma e farle bene. Poi arriverà tutto, farò subito i campionati italiani indoor ad Ancona e per la stagione all’aperto la scopriremo un po’ alla volta. Mi sento bene, voglio dare una svolta alla mia carriera sportiva e spero in un anno positivo».


Hai qualche hobby?

«Mi piace molto viaggiare, cerco di fare uno o due viaggi ogni anno, mi fa sentire libera. Appena ho un attimo di tempo libero, vado a Udine a trovare mio papà, i mie nonni e le mie amiche».


Che tipo di ragazza sei?

«Sono molto determinata, sono un po’ riservata e timida, se mi metto in testa qualcosa cerco di raggiungerlo».


È difficile avere amicizie nel tuo sport?

«A Padova mi alleno con un gruppo di 10 persone e con loro mi trovo molto a mio agio. Ho legato molto e abbiamo creato tra di noi una bella amicizia e ci supportiamo a vicenda».

145 visualizzazioni

Metti "mi piace" per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon