Borgo Valsugana. Domani inizia il Festival "Trentino 2060": ecco tutti gli ospiti in cartellone


Una serata dell'edizione 2021 del Festival "Trentino 2060" a Borgo Valsugana



TRENTINO 2060. In quattro giorni ben tredici relatori di elevato spessore culturale e noti al pubblico



Cathy La Torre

AVVOCATHY (CATHY LA TORRE)

Ci sono cose più importanti. I nuovi temi della democrazia

Giovedì 14 luglio, ore 20.30

Borgo, Piazza De Gasperi

Avvocata e influencer italiana, classe 1980, è specializzata in diritto antidiscriminatorio con particolare riferimento alle nuove forme di comunicazione, alle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere. Nel luglio 2019 ha vinto il 1° premio nella categoria “professionisti pro bono” ai The Good Lobby Awards. Nel 2022, esce per Mondadori Ci sono cose più importanti.

MARCO BENTIVOGLI

Il lavoro del futuro. Tra trasformazioni e scelte collettive

Venerdì 15 luglio, ore 18.30

Borgo, Piazza Degasperi

Attivista e sindacalista italiano coordinatore e co-fondatore di Base Italia, già segretario generale della Federazione Italiana Metalmeccanici. Nel 2018 ha lanciato con il Ministero dello Sviluppo Economico il “Piano industriale per l’Italia delle competenze”. Dal gennaio 2019 è componente della Commissione sull’Intelligenza Artificiale istituita presso lo stesso Ministero. Nel 2021 ha pubblicato Il lavoro che ci salverà. Cura, innovazione e riscatto: una visione prospettica (Edizioni San Paolo).


GHERARDO COLOMBO

Sfide e futuro della democrazia

Venerdì 15 luglio, ore 20.45

Borgo, Piazza Degasperi

Ex magistrato, giurista, saggista e scrittore italiano, ha condotto o contribuito a celebri inchieste quali la scoperta della Loggia P2, il delitto Giorgio Ambrosoli e Mani Pulite. Fondatore della Ong Resq – People Saving People, lo scorso maggio è stato insignito del Premio Campione per il suo impegno sociale e per la sua opera a favore della divulgazione dei valori della legalità e della Costituzione Italiana.

Gherardo Colombo

VITTORIO EMANUELE PARSI

L’ordine liberale. Crisi e prospettive

Sabato 16 luglio, ore 14.00

Malga Costa, Arte Sella

Professore ordinario di Relazioni internazionali nell’Università Cattolica del Sacro Cuore e direttore di ASERI (Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali), insegna presso la Scuola di Formazione della Presidenza del Consiglio. È inoltre editorialista de Il Messaggero e nel 2022 ha pubblicato Titanic. Naufragio o cambio di rotta per l’ordine liberale (Il Mulino).


MASSIMO REICHLIN

L’(in)utilità dell’etica. Quale ruolo per il mondo di oggi

Sabato 16 luglio, ore 17.00

Borgo, Piazza Degasperi

Professore ordinario di filosofia morale, è tra i fondatori della Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele, dove insegna Etica della vita ed Etica teorica. Dal 2003 è docente di Bioetica presso il corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia della Facoltà di Medicina e Chirurgia della stessa università. Dal 2002 al 2021 è stato membro del Comitato Etico dell’Istituto Scientifico Ospedale San Raffaele di Milano. Nel 2021 è uscito Fondamenti di Bioetica (Il Mulino).

ANNAMARIA LUSARDI E

STEFANO MIANI

Educazione finanziaria per una migliore democrazia

Sabato 16 luglio, ore 18.30

Borgo, Piazza Degasperi

Lusardi è economista di origine italiana e Denit Trust Distingue shed Scholar e Professore di Economia e Contabilità presso la George Washington University School of Business, nel 2011 ha fondato la Global Financial Literacy Excellence Center, di cui è Direttrice. Lusardi è anche direttrice del Comitato ministeriale italiano dell’Educazione Finanziaria.

Stefano Miani è professore ordinario di Economia degli intermediari finanziari dell’Università degli studi di Udine. Membro del Consiglio di amministrazione dell’Università di Udine.

DARIO FABBRI

Geopolitica di oggi e di domani

Sabato 16 luglio, ore 21.15

Borgo, Piazza Degasperi

Dario Fabbri

Analista geopolitico tra i più celebri in Italia, ha recentemente partecipato a più di quaranta speciali sulla guerra in Ucraina del TgLa7 condotto da Enrico Mentana. È direttore della rivista di geopolitica Domino, edita da Mentana. È stato inoltre consigliere scientifico e coordinatore per l’America di Limes, rivista italiana di geopolitica e curatore di Scenari.

CECILIA SALA

Quale giornalismo in quale democrazia. Il quarto potere e l’opinione pubblica

Domenica 17 luglio, ore 10.00 Borgo, Piazza Degasperi

È la voce, creatrice e ideatrice di podcast su Spotify prodotto da Chora Media, dal titolo “Stories”. Promessa del giornalismo italiano, si occupa di attualità, svolge inchieste e reportage. Inviata in Ucraina, Afghanistan, scrive su “Il Foglio”.


FRANCESCO FILIPPI

Democrazia. Storia e fortuna di un’idea

Domenica 17 luglio, ore 17.00 Borgo, Piazza Degasperi

Storico della mentalità e formatore presso l’Associazione di Promozione Sociale Deina, che organizza viaggi di memoria e percorsi formativi in tutta Italia. Collabora alla stesura di manuali e percorsi educativi sui temi del rapporto tra memoria e presente. È responsabile storico-scientifico del progetto Promemoria_Auschwitz.eu, coordinato dalle Province autonome di Bolzano e Trento. Autore di diversi saggi, la sua opera più famosa è Mussolini ha fatto anche cose buone. Le idiozie che continuano a circolare sul fascismo, Bollati Boringhieri Editore, mentre la più recente è Prima gli italiani (sì, ma quali?), Laterza.

CARLO STAGNARO

ED EDOARDO ZANCHINI

La partita energetica tra emergenza e urgenza. Una questione democratica?

Domenica 17 luglio, ore 18.30 Borgo, Piazza Degasperi

Stagnaro, classe 1979 è direttore ricerche e studi dell’Istituto Bruno Leoni e consigliere di Palazzo Chigi per le politiche economiche. Precedentemente è stato direttore dell’Osservatorio sull’economia digitale. Laureatosi in Ingegneria per l’ambiente e il territorio ha conseguito un dottorato di ricerca in Economia. In passato ha ricoperto vari incarichi presso il Ministero dello Sviluppo Economico durante i Governi Renzi e Gentiloni, tra cui quello di capo della segreteria tecnica del Ministro Guidi.

Zanchini è Direttore dell’ufficio clima del Comune di Roma, è stato vicepresidente nazionale di Legambiente e responsabile delle politiche climatiche e internazionali. Architetto, ha insegnato nelle Università di Roma, Ferrara e Pescara (dove è stato ricercatore). Membro del board di RGI, del Consiglio Direttivo di FREE e Cresme, è autore di saggi in materia di energia, territorio e sostenibilità.


LUCREZIA REICHLIN

Una questione di fiducia: il suo ruolo per la crescita di un Paese

Domenica 17 luglio, ore 20.45 Borgo, Piazza Degasperi

Lucrezia Reichlin

Una delle più famose economiste italiane, è professoressa di economia alla London Business School. Ricopre il ruolo di consigliere non esecutivo in numerosi Consigli di Amministrazione, tra i quali Messaggerie Italiane Group (Milano), Eurobank Ergasias (Atene) ed Ageas Insurance Group (Bruxelles). Dal 2009 al 2018 ha ricoperto la carica di consigliere non esecutivo del CdA di Unicredit Group. Nel 2018 è stata vicina ad essere nominata presidente del consiglio incaricato dal presidente Sergio Mattarella. Reichlin è anche editorialista del Corriere della Sera.


255 visualizzazioni0 commenti