Valle di Cembra: i vigneti terrazzati nel registro nazionale dei paesaggi storici



Il paesaggio rurale dei "Vigneti terrazzati della Valle di Cembra", che rappresenta il massimo della "viticoltura eroica", il "Sistema agricolo terrazzato della Val di Gresta", esempio di agricoltura sostenibile, e gli "Alti pascoli della Lessinia" fra Trentino e Veneto, che incantano per i paesaggi lunari, fanno ufficialmente parte, da pochi giorni, del Registro nazionale dei paesaggi rurali storici.

«Si tratta di un traguardo importante per il Trentino e un ottimo risultato per le realtà coinvolte – è il commento dell'assessore provinciale all’agricoltura, foreste, caccia e pesca –. Questi diversi paesaggi agricoli rappresentano, ciascuno a suo modo, le peculiarità e le eccellenza del nostro territorio. Nel corso dell'estate – prosegue l'assessore all'agricoltura – avevamo scritto al ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali proprio per sensibilizzare rispetto all'importanza dei paesaggi rurali e montani, ma anche nell'ottica di una loro maggiore valorizzazione e tutela, proprio perché in essi si esprimono la storia, la cultura e le tradizioni tipiche del nostro Trentino».


La valle di Cembra appare a colpo d'occhio una meravigliosa enclave contenuta dai rilievi montuosi e segnata dalla profonda incisione del fiume Avisio. Sulle ripide pendici si sviluppa una teoria continua di terrazzamenti in porfido rosso, coltivati a vigneto e punteggiati da borghi e case sparse. La candidatura è stata presentata dal comitato VIVACE e dalla Comunità della Valle di Cembra.

L'iscrizione al Registro si è tenuta a Roma, presso la sede del Ministero, nell'ambito della riunione dell'Osservatorio Nazionale del Paesaggio Rurale, delle Pratiche Agricole e Conoscenze Tradizionali.


Infohttps://www.reterurale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/17423



63 visualizzazioni

Metti "mi piace" per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon