top of page

Torcegno. La riunione della Giunta provinciale in Comune




TORCEGNO – Ieri la Giunta provinciale si è riunita a Torcegno, una piccola ma vitale comunità della Valsugana

È una realtà viva e attiva quella che, con una sua nutrita rappresentanza – assieme al primo cittadino Daniela Campestrin che ha presentato per nome uno per uno i presenti – ha accolto nella sala consiliare del Comune la Giunta provinciale riunita a Torcegno. Numerosi i rappresentanti dell’associazionismo locale, «Le persone che fanno unione e comunità», come ha specificato il sindaco: le Donne del Gruppo Arcobaleno, la cooperativa sociale CS4, lo sci club Torcegno, i cacciatori, i rappresentanti del circolo anziani. E poi alcuni membri della maggioranza e della minoranza dell’amministrazione locale, il comandante dei Vigili del fuoco volontari, l’Ecomuseo del Lagorai, gli alpini, il presidente della scuola dell’infanzia di Torcegno. Il presidente della Provincia Maurizio Fugatti ha ringraziato per l’invito e per l’accoglienza: «Venire sul territorio ci permette di conoscere in modo più compiuto le varie problematiche, che non potremo risolvere in pochi giorni, ma che sicuramente avremo presenti in tutti i loro risvolti. Anche il direttore generale e le strutture che seguono i nostri lavori possono sicuramente capire meglio le tematiche del territorio direttamente dalla vostra voce», ha detto Fugatti.


Alcuni membri della Giunta per impegni istituzionali non rimandabili non sono potuti essere presenti; ad accompagnare il presidente a Torcegno c’erano Mattia Gottardi e Stefania Segnana. L'assessore alla salute ha ricordato il problema della carenza dei medici di medicina generale, emerso anche da interlocuzioni avute recentemente con l’amministrazione comunale e della comunità di valle: «Siamo riusciti ad ottenere un ampliamento della presa in carico dei pazienti, su 15 medici 10 hanno dato la loro disponibilità. Abbiamo poi aperto un secondo bando di invito per i medici, oltre a far aprire un ambulatorio secondario di un medico che ha dato la disponibilità ad essere presente a Torcegno su appuntamento, per andare incontro agli assistiti evitando di farli spostare su un altro comune. Stiamo comunque cercando di lavorare ancora per risolvere le criticità».

Mattia Gottardi ringraziando per l’accoglienza ha osservato che «non è scontato né banale trovarsi accolti da tutta la comunità, la rappresentatività è un bel segnale e segno della vitalità dei piccoli borghi: il Trentino è policentrico e non sarebbe il Trentino senza le sue valli. Da parte nostra stiamo cercando di garantire il più possibile il presidio dei servizi sul territorio, perché sappiamo che quando un servizio non c’è più, non è facile ripristinarlo, bisogna quindi cercare di dare continuità». A Torcegno era presente anche l'assessore regionale Lorenzo Ossanna, che ha ricordato come la Giunta presente sul territorio sia un segno di attenzione e di interesse. «La Regione ha molte funzioni all’interno nel comparto degli enti locali, cerchiamo di favorire la presenza del personale e il segretariato all’interno dei Comuni. Vogliamo essere di supporto alla programmazione della Provincia, sostenendo i comuni quanto più possibile».




186 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page