Smetti di avere e comincia ad essere




di LICIA CAPPATO

Il tema della pulizia ha grande importanza, perché dove c'è la pulizia ne segue l'ordine e anche lo spazio vuoto per poter dare possibilità al nuovo di entrare!

Tendenzialmente si parla di pulizie di primavera, ma in realtà a questo aspetto della vita andrebbe data attenzione sempre.

Siamo abituati maggiormente a parlare di pulizia della casa, dell'ambiente, ma grande importanza ha anche quella del corpo, della mente e delle emozioni; è un argomento che può essere allargato a tutto l'ampio aspetto della vita dell'Essere Umano. Questo perché tutto è interconnesso, come spesso nei miei scritti ricordo!

Nell'attuale sistema capitalista e consumista ci viene continuamente comunicato, tramite i media, che bisogna AVERE per essere “al sicuro” e “importanti”, aggiungo “riconosciuti” e sentirsi “parte di un qualcosa”, questi i bisogni dell'essere umano nascosti dietro al termine “importanti”.

Dietro al termine “al sicuro” sta nascosto il nostro bisogno di sicurezza, di sopravvivenza.

Coloro che fanno gli spot pubblicitari, conoscono bene tutto questo e quindi sono molto capaci a farne leva su di essi per riempire le loro tasche!!!

Ma riprendendo quanto detto poco sopra, viene memorizzato a livello inconscio: più abbiamo e più siamo riconosciuti ed accettati dal gruppo e al sicuro per la nostra sopravvivenza; quindi passiamo la vita ad accumulare oggetti, vestiti ma anche chili di peso, persone attorno a noi, informazioni, diplomi, ecc... per sentire soddisfatti questi bisogni essenziali umani ma alla fine rimaniamo sempre insoddisfatti, perché non è questo il modo, è semplicemente uno specchietto per le allodole.

L'unico modo per soddisfarli è lavorare sulla propria persona, sulla propria sicurezza interiore che è la vera ricchezza; quindi puntare le proprie energie sull'ESSERE e non sull'avere!

Il modo che ci viene propinato dai media è solo per far aumentare la ricchezza altrui a scapito della nostra, del nostro spazio e tempo!

Quando siamo fortunati che prendiamo coscienza...ad un certo punto ci si rende conto che siamo troppo pieni, appesantiti, che la nostra vita è colma di cose che ci portano via spazio, tempo; colma di persone che ci appesantiscono con le loro lamentele, come fossimo bidoni della spazzatura; carichi di peso in eccesso per non riuscire a trovare il tempo di muoverci o di curare il proprio cibo; ci troviamo schiacciati da ogni parte, nonché compressi da impegni giornalieri, assunti per fare 1000 cose altrimenti siamo meno degli altri o per soddisfare esigenze altrui per essere accettati!

Realizziamo che manca il fiato, ci manca ossigeno!

Qui è importante prendersi il tempo di fermarsi, osservarsi e ascoltare la propria voce interiore, così prendiamo coscienza che non si può andare avanti in questo modo, che è necessario fare pulizia o pulisofia, come l'ha chiamata una persona che stimo e l'ho qui riportata perché rende chiaro l'ampio concetto.

Siamo tutti d'accordo che non si dovrebbe arrivare ad un punto di quasi soffocamento per prendere la via dell'eliminazione, per recuperare tempo, spazio e quindi leggerezza nella vita.

Mi spiego meglio: il nostro corpo ci insegna che continuando a mangiare, bere e non eliminando con le feci e le urine ciò che è scarto per il corpo, si finirebbe per scoppiare; quindi visto che il corpo è il primo nostro “Maestro” da qui ci si rende conto, ragionando, che per ogni aspetto della nostra vita, il meccanismo è il medesimo.

In particolare parlando di oggetti una strategia che personalmente metto in atto a priori è: prima di acquisire qualcosa di nuovo, mi chiedo se è necessario, cosa mi “costa” in termini di soldi, tempo da dedicare per guadagnarli e spazio attorno a me? Posso fare altrimenti?

Magari chiedo in prestito o riutilizzo ciò che ho, facendo qualche piccola variante, uso la creatività d'inventarmi con quello che già ho, se possibile.

Così anche la nostra Natura non viene sovraccaricata di immondizia, di tutte le cose acquisite che vengono inutilizzate o usate per un paio di volte e successivamente buttate.

Saggio se dobbiamo eliminare cose ancora buone è chiedere se qualcuno le vuole, piuttosto le si regala o le si porta a chi fa mercatini o negozi dell'usato che ridanno nuova vita.

Perché anche quando facciamo pulizia è bene dare attenzione a come poter rendere minore l'impatto sul nostro Pianeta, è una nostra responsabilità personale e sociale, anche Esso è casa nostra... è un controsenso far pulizia in casa per riempire d'immondizia l'altra nostra Casa!

Tema a me molto caro e che vorrei lo divenisse per la maggior parte visto che l'unione fa la forza nel diventare custodi della nostra Terra.

Continuando... la pulisofia comprende anche l'aspetto delle emozioni, pure quest'ultime se non vengono esternate, reprimendole si arriva ad accumularle nel corpo e da lì continuando con questa insana abitudine, l'insorgere delle malattie.

Chiaramente tutto questo non viene insegnato, perché tenendo le persone nell'ignoranza (non conoscenza) o conoscenza distorta viene tutelato l'interesse economico delle multinazionali, tra le quali le case farmaceutiche e il “potere” della medicina ufficiale.

In quanto se insegnassero che “in TE esiste la medicina andando alla radice di ciò che ha causato quel malessere, il loro intervento non sarebbe più così “essenziale” e proficuo per loro, significherebbe cedere il loro potere nelle tue mani, come giusto che sia!”

Da qui l'importanza di esternare le emozioni, non addosso agli altri se sono forti come la rabbia, ma addosso ad un cuscino o ad un sacco da pugilato, sarebbe ottimo per il benessere proprio!

Volendo vedere chiaro il quadro in riferimento al corpo: mangiando sano ed equilibrato e lasciando andare le emozioni che viviamo, anche il nostro intestino ne trae giovamento, perché è l'organo che somatizza quest'ultime, non a caso chiamato “secondo cervello”, ed è anche incaricato per l'eliminazione di ciò che non serve più al corpo, per portare a termine il processo di pulizia.

Da non scordare che all'interno di esso è custodito uno dei tesori più grandi che abbiamo: il 70% delle nostro sistema immunitario.

Come vediamo tutto è meravigliosamente collegato: lasciando andare le emozioni vissute, il corpo viene agevolato nell'eliminazione degli scarti del cibo che ci ha nutrito e vengono tutelate le nostre difese immunitarie, questi meravigliosi organismi viventi che ci fanno stare in salute!!!

L'acquisizione, la metabolizzazione e l'eliminazione è il ciclo naturale delle cose, se viene a saltare quest'ultimo passaggio abbiamo visto che non possiamo giungere al ben-Essere, l'unico vero obiettivo di vita di ognuno di Noi!

Un caro saluto a tutti, a presto!



19 visualizzazioni

Metti "mi piace" per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon