"Save the Prince" per salvare rane e rospi sulle strade


(Foto Matteo Trentin)




Sta proseguendo in queste settimane in Valsugana e in altre valli del Trentino l'attività 2022 dei volontari coinvolti nel processo "Save the prince", un'iniziativa che ha l'obiettivo di salvare rane e rospi dallo schiacciamento sulle strade, che in questo periodo di migrazione riproduttiva può fare delle vere e proprie stragi di anfibi.


Tra metà marzo e metà aprile, indicativamente, rane e rospi si spostano dalle aree dove hanno trascorso l'inverno per spostarsi nelle zone umide dove depongono le uova e in molti casi questo tragitto -anche di qualche chilometro- prevede l'attraversamento di strade piuttosto trafficate dove questi lenti animali rischiano la vita.

La provinciale del Tesino nei pressi di Pradellano, la vecchia provinciale che costeggia il lago di Levico, quella che dai campeggi di Levico porta a Tenna, la strada delle Lochere e ancora la zona del lago Costa a Pergine, il perimetro del lago di Santa Colomba, la località Valt di Piné sono tra le zone più a rischio per questi anfibi.

Il lavoro dei volontari consiste nel raccogliere rane e rospi e portarli sul lato opposto della strada, in modo che possano arrivare tranquillamente nelle zone di deposizione. Se qualcuno volesse aggiungersi al gruppo dei volontari può contattare il WWF Trentino, che coordina il progetto, all'indirizzo trentino@wwf.it

Per saperne di più sul progetto: www.savetheprince.net





323 visualizzazioni0 commenti