Restart. Per gli allievi dell’Enaip una ripartenza speciale







Paccher agli allievi dell’Enaip: “La vostra è stata una ripartenza speciale”. Nella sala di rappresentanza della Regione oggi la presentazione del progetto Restart


Decine di giovani allievi delle scuole Enaip oggi nella sala di rappresentanza della Regione. Il motivo? La fine del progetto R.E.S.T.A.R.T. (acronimo di Ricominciare Educando, Sperimentando, Trovando Ascolto e Rispetto per Tutti), progetto che ha accompagnato ragazzi e docenti dei nove centri della scuola professionale lungo tutto l’anno scolastico. Restart, ripartire appunto. Un tema, un’incognita che tutte le scuole si sono trovate ad affrontare dopo un anno e mezzo di pandemia e di didattica a singhiozzo.


Non ha voluto fare mancare il proprio saluto il vicepresidente del Consiglio regionale Roberto Paccher: “La mia non è una vicinanza di maniera: la formazione professionale riveste una grande ruolo, anche io ho avuto questo tipo di istruzione, ed è importante che Enaip abbia messo in circolo la capacità di coordinarsi tra i 9 centri che hanno preso parte alla realizzazione di questo progetto Restart. Trattandosi di un progetto territoriale so che avete puntato su un forte legame con le nostre realtà, quelle che riguardano artigianato, industria ed alberghiero con il Trentino. Un Enaip che conferma dunque un forte legame con il territorio. Fare un mestiere che piace - ha chiosato Paccher - è un modo per lavorare in modo più efficace".





183 visualizzazioni0 commenti