Pergine. "Il grande gioco: dialoghi sui conflitti globali", il convegno al Marie Curie




Si è tenuto oggi, lunedì 20 dicembre, presso l’Aula magna dell’Istituto superiore “Marie Curie” di Pergine, il convegno dal titolo “IL GRANDE GIOCO. Dialoghi sui conflitti globali”.


L’iniziativa, promossa dal centro studi internazionale Nodo di Gordio in collaborazione con l’Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo, è stata una preziosa occasione per fornire agli studenti di cinque classi dell’Istituto gli strumenti necessari a leggere con più agilità le complessità della politica estera e le dinamiche economico-sociali globali.

«Approfondendo i conflitti di oggi – dichiara il perginese Daniele Lazzeri, direttore del Nodo di Gordio – è possibile evitare le guerre di domani».

Relatore con Lazzeri, un volto noto del TGR RAI come Angelo Raffaele Crocco, reporter di guerra e direttore dell’Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo, un annuario che non segue la logica della “cronaca internazionale”, ma prova a raccontare quello che accade scoprendo le cause che portano alle troppe guerre.

Insieme, hanno ripercorso i conflitti ancora in corso nel 2021, raccontando agli studenti l’attuale situazione nelle aree di crisi globali più significative come quella dell’Afganistan dopo il ritorno dei Talebani a Kabul. Ma ampio spazio è stato dato anche al dramma delle spinte migratorie causate dalle guerre in atto ai confini dell’Unione europea, con particolare attenzione alla situazione nel Mediterraneo ed al ruolo cruciale dell’Italia, così come sono state affrontate le crescenti tensioni tra Cina e Stati Uniti ed i rischi di una pericolosa escalation nel braccio di ferro ingaggiato tra Russia e Ucraina.

Per la Vicedirigente Marina Stenghel: «Questa iniziativa, nata in collaborazione con le istituzioni e gli enti del territorio, fa parte integrante dell’educazione civica. Ci ha fatto comprendere che come cittadini responsabili, dobbiamo informarci sempre e comprendere ciò che succede attorno. Come Istituto, ringrazio per l’opportunità che ci è stata data e proseguiremo anche in futuro volentieri a promuovere incontri come questi, di sicuro interesse per i nostri studenti».


Attraverso le parole di Lazzeri, il Nodo di Gordio, che da più di quindici anni si occupa di politica estera, diplomazia, geopolitica ed economia internazionale avvalendosi di collaboratori da tutto il mondo, ha esortato gli studenti del “Marie Curie” ad approfondire le notizie con chiavi di lettura diverse ed in un’ottica multidisciplinare. Partendo da alcune considerazioni storiche, economiche e sociali è infatti possibile comprendere con maggior semplicità anche gli attuali scenari globali.


L’evento è stato registrato per consentire a docenti e studenti la visione e la discussione in tutte le altre classi.






102 visualizzazioni0 commenti