I ragazzi e la pandemia: «Sono giovane e desidero stare bene», domani alla Bookique di Trento




Ragazzi di età, storie e passioni diverse raccontano come hanno vissuto e stanno vivendo la pandemia, un periodo segnato da un forte senso di incertezza e da limitazioni di tipo sociale. Una carenza di contatti che ha portato, anche tra i giovani trentini, un crescente senso di malessere. Domani alle 18 alla Bookique di Trento l’evento «Sono giovane e…desidero stare bene», promosso dai progetti Invito alla vita e Tra di noi Youngle Trento in collaborazione con Eda Italia Onlus (Associazione italiana sulla depressione). La serata rientra nell’ambito delle iniziative della 17esima giornata europea della depressione del 17 ottobre.


I giovani raccontano un senso di inquietudine per il presente e il futuro e la fatica di non vivere con serenità passioni, spazi e momenti di condivisione con gli amici. È d'altra parte confermato dai dati di letteratura scientifica e dalle rilevazioni nazionali e internazionali che il disagio giovanile, declinato nelle sua varie forme, compresi i disturbi psichici, in particolare disturbi d’ansia e depressivi, sono in netto aumento. In quest’epoca di restrizioni e di contatti limitati tra le persone, le relazioni virtuali stanno sostituendo quelle reali, con ulteriori rischi di malessere fisico e mentale, specie nei giovani, più abituati all’uso delle tecnologie per la comunicazione.

L’appuntamento del 21 ottobre sarà dunque un evento per i giovani con i giovani! Un’occasione per fermarsi e confrontarsi. Un’occasione per ascoltare come i ragazzi hanno affrontato le difficoltà. Un confronto sulle strategie di resilienza, fondamentali per affrontare le sempre più numerose fatiche che a volte appaiono insormontabili. Strategie che permettono di attivare risorse personali di cui si è più o meno consapevoli e/o strategie che hanno permesso di chiedere aiuto quando necessario.

All’evento parteciperanno anche professionisti sociosanitari disponibili a raccontare quando e quanto può essere importante chiedere aiuto ai servizi e quali sono le possibilità del territorio. La serata sarà quindi occasione per promuovere i servizi e le risorse messe a disposizione dalla Provincia di Trento e dall’Azienda provinciale per i servizi sanitari grazie a Invito alla vita, Tra di Noi Youngle Trento e associazione Ama (Auto Mutuo Aiuto):

  • numero verde di supporto 800 061 650: attivo dalle 7 all’1 di notte con volontari esperti disponibili a un ascolto empatico e attento;

  • piattaforma Tra di noi Youngle Trento (http://tra-di-noi.com/ ): giovani volontari disponibili all’ascolto online tramite i canali social e l’app Youngle tutti i lunedì, mercoledì e venerdì dalle 20 alle 22. Ogni 15 giorni sono attivi anche due gruppi di auto mutuo aiuto per giovani con target 18-35 anni.

  • sostegno ai sopravvissuti: gruppo di auto mutuo aiuto per familiari di persone che si sono suicidate e accoglienza diretta presso Ama da parte di operatori esperti;

  • sostegno a persone che soffrono di depressione e sono a rischio suicidio: gruppi Ama, in particolare dedicati a depressione e ansia.

«Sono giovane e…desidero stare bene!»

mercoledì 21 ottobre alle ore 18.00

presso la Bookique in via Torre D’Augusto 29, Trento.

L’evento si terrà all’aperto nel rispetto delle regole sul distanziamento

e non mancherà della buona musica.



16 visualizzazioni0 commenti
© Copyright il Cinque/Media Press Team

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon