HUB LEVICO: il primo spazio di coworking di Alta Valsugana Smart Valley


Roberto Simoni, Franco Senesi, Giorgio Vergot, il sindaco Gianni Beretta e l'assessore Monica Moschen

Si è svolta alla presenza di numerose autorità istituzionali e del mondo cooperativo la cerimonia di inaugurazione di Hub Levico, il primo spazio di coworking di Alta Valsugana Smart Valley.


LEVICO TERME - Alta Valsugana Smart Valley è il progetto di coworking e community promosso dalla Cassa Rurale Alta Valsugana in collaborazione con Impact Hub Trentino che apre così il suo primo spazio. Postazioni di lavoro, una piccola sala riunioni, un angolo relax e un piccolo balconcino dove fare una chiamata o gustarsi una pausa caffè.

Hub Levico –ha sottolineato il sindaco Gianni Berettasi trova proprio in via Dante Alighieri, nel centro storico del nostro comune. Uno spazio che dimostra come la pandemia Covid-19, oltre ai drammatici effetti negativi, ci abbia anche indicato la strada per un nuovo modo di lavorare e di collaborare”.

Un’iniziativa seguita con molta attenzione anche dalla Provincia Autonoma di Trento che, nelle parole dell’Assessore allo Sviluppo economico Achille Spinelli, “darà tutto il sostegno possibile alla realizzazione di altri spazi di coworking sul territorio provinciale”.

Per il Presidente della Cassa Rurale Alta Valsugana Franco Senesi “questo primo spazio dà l’avvio ad una serie di progetti analoghi che sorgeranno nei prossimi mesi su tutto il territorio di competenza della Cassa Rurale. Una dimostrazione dell’attenzione e della vicinanza del credito cooperativo alle mutate esigenze della popolazione locale ma anche una soluzione pratica ed agevole per tutti i turisti che frequentano il nostro territorio e che necessitano di uno spazio attrezzato per poter lavorare anche lontano dai propri uffici”.

Hub Levico, peraltro, fa parte della rete Coworking inCooperazione, un progetto promosso dalla Cooperazione Trentina che prevede la diffusione di spazi di coworking su tutto il territorio provinciale. “Questa iniziativa – ha spiegato il Presidente della Federazione Trentina della Cooperazione Roberto Simonisi inserisce in un progetto più ampio che porterà al riutilizzo di sedi dismesse delle Casse Rurali Trentine, così da permettere ai residenti delle aree periferiche del nostro territorio di lavorare più vicini a casa e, al contempo, dare la possibilità ai turisti di poter fruire di luoghi opportunamente attrezzati per lavorare da remoto. Questo è anche un modo, per le Casse, di ribadire il loro ruolo sociale e di dare supporto alle singole comunità, con la Federazione al loro servizio per mettere le varie iniziative a sistema”.

Prima del taglio ufficiale del nastro, il Direttore di Impact Hub Trentino Paolo Campagnano ha sottolineato come “la mission di Alta Valsugana Smart Valley è la Condivisione, intesa non solo come comunione dello spazio di lavoro ma soprattutto di idee, progetti, collaborazioni e partnership fra i professionisti che entreranno a far parte della community”.


1,009 visualizzazioni0 commenti