Finanziamenti #ripresatrentino: le domande si possono presentare fino a giugno 2021


Credito: gli operatori economici, fino al 30 giugno 2021 (ore 17.00), possono presentare domanda per accedere alle misure messe in campo da Provincia autonoma di Trentino, Cassa del Trentino, banche, intermediari finanziari, Fondo Strategico del Trentino Alto Adige e Confidi.


La possibilità è stata estesa ai primi sei mesi di quest’anno a seguito del perfezionamento del nuovo protocollo per contenere gli effetti negativi del Covid-19 e della risposta positiva del sistema del credito trentino.

Vengono quindi rese disponibili anche nel primo semestre del 2021 le linee di finanziamento “Ripresa Trentino”, a tasso fisso per i primi 24 mesi, per concorrere al fabbisogno di liquidità degli operatori economici legato al perdurare dell’emergenza sanitaria.

Sono previste le stesse tipologie di interventi del protocollo scaduto lo scorso 31 dicembre 2020, ma con l’applicazione di tassi massimi ridotti per le linee Banche 3 e FSTAA (0,85% anziché 0,90%).

Conseguentemente a questa riduzione, sono stati rivisti anche i tassi legati al contributo provinciale (0,35% anziché 0,40%), per consentire un maggior effetto leva delle misure poste in essere.

Inoltre, per operare con maggior sinergia con le misure previste a livello nazionale, per le piccole e medie imprese, viene incrementato l’importo massimo richiedibile della linea Banche 2 (30.000 € anziché 25.000€) ed è estesa la durata massima della medesima linea (10 anni anziché 6).

I finanziamenti “Ripresa Trentino” si sono rivelati una boccata di ossigeno per gli operatori economici trentini. Basti pensare che la liquidità immessa nel sistema, con le 3.957 linee di finanziamento “Plafond Ripresa Trentino” erogate, ammonta a circa 435 milioni (la cifra supera i 500 milioni considerano anche le domande in corso di istruttoria).


39 visualizzazioni0 commenti
© Copyright il Cinque/Media Press Team

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon