Covid-19: da oggi in Trentino il vaccino per gli over 80


Al via in Trentino la campagna di vaccinazione anti Covid degli over 80. Come previsto si parte con la vaccinazione della popolazione più fragile e anziana, quella più duramente colpita dal Covid sia nella prima sia nella seconda ondata della pandemia. Dopo gli operatori sanitari e gli ospiti delle residenze per anziani, vaccinati tra dicembre e gennaio, è ora la volta dei circa 35mila trentini con più di 80 anni. Priorità verrà data a chi non ha contratto la malattia.

Da oggi la vaccinazione potrà essere prenotata al Cup-online (https://cup.apss.tn.it). Potranno prenotarsi i nati prima del 31 gennaio 1941 e man mano verrà comunicata l’apertura delle liste di prenotazione per le altre fasce d’età in base alle disponibilità di vaccino. Questa settimana saranno disponibili circa 2.500 posti.

Le somministrazioni verranno programmate in base alle forniture di vaccino tenendo presente che dovrà essere garantita la seconda dose a distanza di 21 giorni. La vaccinazione sarà effettuata nella sede scelta al momento della prenotazione (centri vaccinali di Arco, Borgo Valsugana, Cavalese, Cembra, Cles, Malè, Mezzolombardo, Pergine, Primiero San Martino di Castrozza, Rovereto, Sén Jan di Fassa, Tione, Trento).

Prenotando la prima dose verrà automaticamente fissato anche l’appuntamento per effettuare la seconda dose. Per garantire la copertura e l’efficacia del vaccino è importante rispettare le tempistiche di somministrazione delle due dosi. In prossimità della data degli appuntamenti sarà inviato un sms di promemoria del giorno e ora della vaccinazione.

Per fornire informazioni e aiutare nella prenotazione è disponibile il numero verde 800 867 388 (operativo dalle 8 alle 18 dal lunedì al venerdì e dalle 8 alle 14 il sabato).

Chi non è in grado di spostarsi per raggiungere il centro vaccinale perché allettato potrà fare riferimento al proprio medico di medicina generale che lo segnalerà ad Apss per essere vaccinato in un momento successivo a domicilio. Coloro che si sono ammalati di Covid negli ultimi tre mesi non saranno vaccinati in questa fase. Dopo la vaccinazione degli ultra 80enni si procederà gradualmente con le altre categorie fragili (over 70 e malati cronici), sulla base delle tempistiche di consegna dei vaccini da parte delle aziende farmaceutiche. Nel dettaglio, i nuovi positivi al molecolare sono 37, mentre quelli all’antigenico sono 98. I molecolari hanno confermato anche 54 positivi intercettati nei giorni scorsi dai test rapidi.

Dei nuovi positivi, 49 sono asintomatici e 81 pauci sintomatici, tutti seguiti a domicilio.

Le classi in quarantena ieri erano 29. I bambini o ragazzi in età scolare trovati positivi sono 23: 6 di questi hanno tra 0-2 anni, 4 tra 3-5 anni, 6 tra 6-10 anni, 3 tra 11-13 anni, 4 tra 14-19 anni.

Tra i nuovi contagiati ci sono poi 15 ultra settantenni.

L’andamento negli ospedali come accennato risente oggi del minor numero di dimissioni (9) rispetto ai nuovi ingressi (15): al momento si trovano ricoverare 213 persone, delle quali 35 in rianimazione. In ospedale è avvenuto anche l’unico decesso riportato oggi nel bollettino (una persona ultra ottantenne).

I nuovi guariti invece sono 132.

I tamponi molecolari analizzati ieri sono stati 1.570, dei quali 868 nel laboratorio di Microbiologia dell’ospedale Santa Chiara di Trento ed altri 702 alla Fem, mentre quelli antigenici notificati all’Azienda sanitaria sono stati 932.

Quanto ai vaccini, questa mattina risultavano somministrate 19.862 dosi (di queste, 6.066 sono riferite ai richiami); la parte che riguarda gli ospiti di residenze per

anziani è pari a 5.323 dosi (richiami compresi)



236 visualizzazioni0 commenti
© Copyright il Cinque/Media Press Team

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon