Comparto termale trentino: approvati i criteri per i contributi agli operatori


Proseguono gli interventi a sostegno dei settori economici colpiti dalla pandemia, in attuazione a quanto previsto dalla legge di stabilità del 28 dicembre 2020.

Con una delibera approvata oggi, a firma dell’assessore Roberto Failoni, sono stati approvati i criteri per la concessione di contributi alle aziende termali che hanno registrato un significativo calo del fatturato per effetto della sospensione o della riduzione dell’attività d’impresa.

Si tratta di un comparto, quello termale, che ha subito pesanti danni economici a causa dell'emergenza sanitaria causata dal Covid-19.

Le aziende termali, in possesso di accreditamento istituzionale, che hanno subito una riduzione di almeno il 35% del fatturato del periodo fra gennaio e settembre 2020, rispetto allo stesso periodo del 2019, potranno ricevere un contributo a fondo perduto determinato nella misura del 30% della differenza di fatturato. In ogni caso il contributo non potrà essere superiore a 350.000 euro per azienda termale. Lo stanziamento a bilancio per questo intervento è pari ad un milione di euro.



169 visualizzazioni0 commenti