Castello Tesino. A.p.s.p. Suor Agnese: "Pan di sudore" premiato a Milano






di JOHNNY GADLER

APSP Suor Agnese. Nuovo riconoscimento per il DVD realizzato dagli anziani ospiti di Castello Tesino...


Trasformare le avversità in opportunità: è questo uno dei maggiori insegnamenti che ci lasciato la pandemia di Covid-19.

Una lezione che gli anziani ospiti dell'A.p.s.p. Suor Agnese di Castello Tesino hanno dimostrato di conoscere piuttosto bene, forse perché già appresa in gioventù, quando la seconda guerra mondiale aveva adombrato la serenità della loro infanzia.

Così, nonostante negli ultimi due anni nelle Rsa si sia patito per le tante perdite subite e per la lontananza forzata da familiari e amici, gli anziani non sono stati affatto abbandonati e depressi come spesso venivano dipinti dai media.

In ogni casa di riposo gli operatori hanno cercato di fare tutto il possibile e talvolta anche di più per provare ad alleviare la nostalgia dei residenti e assisterli sempre nel migliore dei modi.

LA FORZA DI UN'IDEA

All'A.p.s.p. Suor Agnese di Castello Tesino gli anziani ospiti si sono ingegnati non solo per farsi passare il tempo, ma anche per aiutare un'altra casa di riposo lombarda in grave difficoltà.

Correva il mese di marzo 2020, era appena scoppiata la prima ondata della pandemia, e nella Rsa di Castello Tesino, che era diventata un fortino inespugnabile, gli ospiti guardavano impietriti e addolorati le immagini che arrivavano dalla bergamasca dove il Covid-19, giorno dopo giorno, mieteva incessantemente le proprie vittime.

Da buoni trentini pensarono subito di rimboccarsi le maniche e correre in aiuto dei loro coetanei lombardi in così grave difficoltà. La domanda, però, era: come fare? Qualcuno si ricordò che, alcuni anni fa, il servizio animazione aveva raccolto 25 storie di vita lavorativa di altrettanti ospiti, poi pubblicate in un libro che aveva riscosso grande successo. Da qui l’idea di animare quelle storie, affidando i racconti alle voci e ai volti di personaggi famosi.

Fu così che nella Rsa si scatenò un'autentica caccia ai VIP.

Infatti furono centinaia le e-mail e i messaggi inviati ad attori, cantanti, sportivi, prelati, giornalisti, persino a Sua Santità papa Francesco e al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.


LA GRANDE ADESIONE DEI VIP

In poche settimane vennero coinvolti ben 27 personaggi famosi – Vittorio Sgarbi, Mariagrazia Cucinotta, Don Mazzi, Katia Ricciarelli, Carlo Conti, Antonio Cabrini e molti altri ancora – felici di farsi riprendere mentre raccontavano queste storie di vita che si vollero raccogliere in un DVD dal titolo molto emblematico: "Pan di Sudore ha gran sapore".

Incaricato un videomaker, furono quindi girate le presentazioni dei Vip nei posti più belli e caratteristici del Tesino.


IL MINISTRO E LA STAMPA

Il Ministro della Salute Roberto Speranza inviò un bel messaggio inserito come introduzione del DVD, mentre il bel video realizzato dal nostro vescovo Mons. Tisi venne utilizzato per la chiusura.

I tre comuni del TesinoCastello, Pieve e Cinte – l’Ecomuseo del Tesino e la Xlam Dolomiti di Castelnuovo funsero da sponsor, così il DVD vide la luce a costo zero.

A fornire vasta risonanza all'iniziativa furono gli organi d'informazione, da Famiglia Cristiana al Corriere della sera, mentre Rai 1 mandò addirittura una troupe per un collegamento in diretta con la trasmissione “Oggi è un altro giorno”.

GRANDE VISIBILITÀ EUROPEA

In men che non si dica il progetto ebbe una grande visibilità sia in Italia che in Europa.

Ricordiamo, ad esempio, le lettere inviate dal compianto David Sassoli allora presidente del Parlamento europeo, della Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, del Capo dello Stato Sergio Mattarella e del Presidente del Consiglio Mario Draghi, nonché di tutti i ministri italiani, mentre l’assessore provinciale Mirko Bisesti portava agli ospiti della Rsa i saluti e i ringraziamenti dell’intera comunità trentina.


L'AIUTO AGLI ANZIANI DI LEFFE

Tutti i proventi del DVD sono stati destinati a una casa di riposo bisognosa: Casa Serena di Leffe in provincia di Bergamo.

Davvero una grande soddisfazione per gli ospiti dell'Ap.p.s.p. Suor Agnese, i quali non solo si sono sentiti al centro dell’attenzione, ma si sono resi conto, soprattutto, che con il loro lavoro sono riusciti ad aiutare gli amici della bergamasca.


UN'ANCORA DI SALVEZZA

È proprio il caso di dire, quindi, che durante il lockdown questo progetto ha rappresentato un'ancora di salvezza per gli ospiti della Rsa, che hanno anche instaurato grandi amicizie con i Vip, i quali tuttora scrivono e si preoccupano per sapere come vanno le cose, mentre con gli anziani di Leffe è nato un grande legame condividendo gioie e soprattutto dolori di questa pandemia.


UN NUOVO CAPITOLO

Ma questa bella storia nelle ultime settimane si è arricchita di un ulteriore capitolo.

Tutto ha avuto inizio nell’autunno scorso quando Essity, azienda leader globale nei settori dell’igiene e della salute, impegnata nel miglioramento della vita delle persone attraverso prodotti e servizi mirati al benessere dell’individuo, ha promosso la nuova edizione del concorso “Passione di Assistere” dal titolo "Fili invisibili" con cui si è scelto di dar voce alle varie azioni messe in campo nel 2020 per colmare la distanza tra ospiti, personale socio-sanitario, famiglie e mondo esterno imposta dalla pandemia.

La A.p.s.p Suor Agnese di Castello Tesino ha deciso di partecipare con il progetto solidale creato nel 2020 “I racconti raccontati di Pan di sudore ha gran sapore”.

IL PREMIO E LA GRANDE FESTA

Giovedì 28 aprile a Milano si è svolta la premiazione di questo concorso e la casa di riposo di Castello Tesino era presente con il servizio d’animazione Teresa Biasion, Doris Meneghel e Rocco Guarini

Oltre 180 i progetti selezionati dalla giuria che alla fine ha donato una targa e dei premi tecnologici alla A.p.s.p. Suor Agnese con il 1° premio Encomio della giuria. Un'iniziativa di innovazione e originalità, sia nei contenuti che nel modo in cui è stata presentata. Un richiamo importante e un tripudio nel contenuto, al passato, alla tradizione e all’esperienza degli anziani.

Quindi grande festa e grande soddisfazione a Castello Tesino per questo altro risultato positivo ottenuto con un lungo e faticoso lavoro di squadra.

Un progetto che ha reso i residenti della A.p.s.p. Suor Agnese protagonisti felici di un lungo e difficile periodo di chiusura. Ha dimostrato inoltre al mondo intero che, anche se rinchiusi, se si è uniti e collaboranti tutto si può cambiare, tutto può accadere, tutto si può fare.


Finora sono già stati venduti centinaia di DVD in tutta Italia, ma chi desidera averne una copia ad offerta libera può scrivere a: teresa.biasion@apspsuoragnese.it


318 visualizzazioni0 commenti