Castel Pergine: per l'intervento di restauro della cappella aperto un conto dedicato




di GIUSEPPE FACCHINI


Insieme per il restauro della pala della cappella di S. Andrea, del dipinto e dell’altare in legno risalenti al 1594 e l’intervento di conservazione della Torre della Madonna. È l’appello lanciato dalla Fondazione Castelpergine che dal 2018 si prende cura del maniero e che un po’ alla volta provvede al recupero dei suoi beni con il contributo, piccolo o grande che sia, di ciascuno.


La pala della cappella di S. Andrea fu rinvenuta nei depositi del Castello nel 2019. A seguire la studentessa Asia Montagner ha motivato con la sua tesi di laurea l’avvio di un progetto che poteva sembrare un sogno. Nell’estate di quest’anno volontarie e volontari del Castello hanno fatto propria l’idea di avviare una raccolta fondi per il restauro.

Dopo aver invitato 4 aziende trentine a presentare un’offerta, con la supervisione di Roberto Perini, il C.d.A. della Fondazione Castelpergine Onlus ha affidato il lavoro al laboratorio di Enrica Vinante, ringraziando le aziende partecipanti per la serietà e la qualità delle relazioni.

È stato così aperto un conto dedicato per gli interventi di restauro, il cui costo ammonta a 23.040 euro, presso la Cassa Rurale Alta Valsugana (IT98R081 7835220000000165525).

Si fa appello a chi vorrà sostenere l’iniziativa.












45 visualizzazioni0 commenti