Borgo. Domani serata di beneficenza per l’emergenza in Ucraina all'Auditorium delle scuole medie






Di fronte ai drammatici sviluppi della guerra in Ucraina, l’Associazione Culturale Agorà e la Fondazione Trentina Alcide De Gasperi organizzano venerdì 18 marzo, alle 20.30 presso l’Auditorium delle scuole medie di Borgo Valsugana, una serata informativa di beneficenza dal titolo “La guerra in Ucraina: le prospettive di una crisi europea”. Interverrà il Professor Michele Nicoletti, già presidente della Delegazione italiana presso l’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa.


La tragedia umanitaria che si sta consumando in Ucraina interroga nel profondo la coscienza civile di tutti gli europei. E in maniera particolare quella di quanti hanno creduto e ancora credono nella promessa di pace inscritta nelle fondamenta del progetto di integrazione europea.

Di fronte a questo panorama drammatico, l’Associazione Culturale Agorà – organizzatrice di “Trentino 2060”, il primo festival dedicato al pensiero critico – e la Fondazione Trentina Alcide De Gasperi hanno deciso di unire le forze, invitando la cittadinanza a una serata dal duplice scopo: promuovere una riflessione seria e informata su ciò che sta avvenendo proprio in queste ore nel cuore dell’Europa e, allo stesso tempo, unire pensiero e azione, dando un sostegno piccolo ma concreto al grande movimento di solidarietà spontanea a beneficio delle popolazioni vittime della guerra.

La serata si svolgerà venerdì 18 marzo, a partire dalle 20.30, presso il nuovo Auditorium delle scuole medie di Borgo Valsugana (via Alessandro Spagolla, 1) e vedrà la partecipazione di Michele Nicoletti, professore ordinario di filosofia politica all’Università di Trento e già presidente della Delegazione Italiana presso l'Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa, che affronterà il tema: “La guerra in Ucraina: le prospettive di una crisi europea”.


L’evento sarà aperto alla partecipazione del pubblico su offerta libera: la donazione potrà essere effettuata direttamente ai volontari della Croce Rossa Italiana, che saranno presenti alla serata e che sin dall’inizio della guerra hanno attivato un’apposita raccolta fondi per fronteggiare l’emergenza umanitaria in Ucraina.

L’appuntamento sarà anche occasione per lanciare un’ulteriore campagna di solidarietà, stimolata dal pittore e giornalista Antonio Gregolin – che sarà presente all’evento – con la sua opera “SOQQUADRO”, dedicata al dramma della guerra.

La campagna, promossa con

la collaborazione di Ciresa Tavole Armoniche, intende sensibilizzare sul valore dell’arte come sprone verso la pace e la solidarietà e si propone di incentivare ulteriormente l’adesione alla raccolta fondi della Croce Rossa, regalando una speciale sagoma di violino realizzata con il pregiato legno della val di Fiemme e decorata con frasi di pace a tutti coloro che nelle prossime settimane vorranno fare un’offerta minima di 30 euro. I dettagli concreti dell’iniziativa, che sarà presentata nel corso della serata a Borgo Valsugana, saranno successivamente resi noti attraverso il sito della Fondazione Trentina Alcide De Gasperi (www.degasperitn.it).

L’ingresso all’evento sarà su offerta libera fino a esaurimento dei posti disponibili. Nel rispetto delle norme vigenti atte a limitare i rischi di contagio da Covid-19, l’accesso sarà consentito solo ai titolari di Green Pass Rafforzato.


300 visualizzazioni0 commenti