Baby sitter cercasi: un servizio per agevolare le famiglie trentine


In conseguenza della chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado (fatte salve le eccezioni previste ai sensi dell’ordinanza Provinciale n. 67 del 13 marzo 2021) dovuta al perdurare della diffusione del virus SARS Covid-19, la Provincia Autonoma di Trento intende supportare la conciliazione vita-lavoro delle famiglie, promuovendo – attraverso l’Agenzia del Lavoro - un servizio di incontro domanda/offerta dedicato.


La Provincia Autonoma di Trento, nell’intento di dare immediata risposta alla rinnovata necessità delle famiglie di conciliare le esigenze di vita e di lavoro in ragione del riacutizzarsi dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus, promuove, anche quest’anno, il servizio di incontro domanda/offerta dedicato al babysitting domiciliare. Iniziativa già sperimentata nel corso del 2020, grazie ad un accordo volontario siglato tra Agenzia per la famiglia, natalità e politiche giovanili e Agenzia del Lavoro.

Per candidarsi e per richiedere baby sitter

Sul sito di Agenzia del Lavoro sono reperibili i moduli, compilabili on-line, attraverso i quali le famiglie interessate possono fare richiesta dei nominativi di baby-sitter disponibili, allo stesso modo i/le aspiranti baby-sitter possono candidarsi al lavoro: www.agenzialavoro.tn.it/TESTI-AVVISI/BABY-SITTER-CERCASI2


Per maggiori informazioni

È possibile inviare una e-mail: domanda.offerta.adl@provincia.tn.it e/o contattare il Centro per l’impiego di riferimento.

Si ricorda, inoltre, che nell’ambito delle misure nazionali definite dal DECRETO-LEGGE 13 marzo 2021, n. 30: “Misure urgenti per fronteggiare la diffusione del COVID-19 e interventi di sostegno per lavoratori con figli minori in didattica a distanza o in quarantena”, all’art. 2 è previsto il così detto “bonus baby-sitter”. A breve si attende la circolare Inps che disciplina le modalità di erogazione del voucher e la definizione dei requisiti di attuazione.


507 visualizzazioni0 commenti