top of page

ZIVIGNAGO. La "Cooperativa del Cuore" festeggia i vent'anni di attività nel mondo della scuola

Aggiornamento: 7 apr 2023





di GIOVANNI FACCHINI


Quest’anno ricorre il ventennale della “Cooperativa del Cuore”...


A Zivignago insegnanti ed alunni sono partiti da lontano per avere un’idea chiara di come sia formare e gestire una cooperativa scolastica per aiutare le numerose associazioni presenti in giro per il mondo.

Hanno così scoperto che nel 1890 Don Lorenzo Guetti era parroco a Santa Croce del Bleggio (TN). I suoi parrocchiani erano contadini molto poveri che riuscivano a stento a sfamare le famiglie. Un giorno di primavera, mentre camminava per strada, vide in cielo uno stormo di rondini. «Ma come fanno, così piccole, a volare dall’Africa fino in Trentino?», chiese da bambino a suo padre. «Possono farlo perché sono una famiglia: le più forti aiutano le più deboli e stanche. Hanno capito che l’unione fa la forza» rispose il padre.

Così Don Lorenzo propose ai paesani di creare un magazzino dove mettere i loro prodotti per poi venderli. Chi voleva comprarli avrebbe pagato di sicuro meno che se li avesse acquistati negli altri negozi. Sorse così la prima “Cooperativa di smercio e consumo" e due anni dopo la prima “Cassa Rurale" , una banca che prestava i soldi a condizioni favorevoli per migliorare le loro condizioni di vita.


Nell’anno scolastico 2002-2003 la scuola di Zivignago era frequentata solo da cinquanta alunni (attualmente sono invece più del doppio).

Per le attività pomeridiane le insegnanti proposero di organizzare laboratori linguistici, musicali, di traforo, di bricolage/ceramica, maglia, uncinetto e ricamo… in modo che gli alunni più grandi e quelli più piccoli avrebbero potuto lavorare assieme ed aiutarsi a vicenda.

Con i lavori realizzati si pensò di organizzare un mercatino scolastico per poter seguire gli insegnamenti di Don Lorenzo Guetti. Organizzare un mercatino non era però certamente semplice: tutti avrebbero dovuto collaborare dividendosi gli incarichi.

Le insegnanti suggerirono allora di costituire una cooperativa scolastica e per fare questo chiesero l’aiuto dell’esperto dott. Flavio Beozzo, che lavorava presso la Federazione Trentina della Cooperazione.

Della Federazione facevano e fanno ancora oggi parte le cooperative scolastiche di tutto il Trentino, ma anche banche, supermercati ed altri.

Gli alunni all’unanimità furono favorevoli a far nascere la Cooperativa Scolastica 2002, alcuni si candidarono, i soci votarono e furono eletti presidente, segretari e cassieri.

Venne successivamente deciso con un concorso di idee il nome definitivo: “Cooperativa del Cuore".

Di quella prima assemblea in archivio c’è ancora il verbale.

Vi si legge che venne deciso di lavorare a gruppi e di organizzare un mercatino il 20 dicembre in occasione dello spettacolo di Natale per vendere quanto realizzato.

Genitori, nonni, parenti e amici, acquistando i lavoretti, contribuirono a far ricavare alla cooperativa un ottimo introito e molti di loro chiesero di diventare soci e versarono la quota associativa.

In quegli anni in Romania c'era molto bisogno di aiuto e il signor Sergio Giovannini da tempo raccoglieva e portava materiale come volontario.

La cooperativa dunque decise di devolvere parte del ricavato del mercatino al reparto pediatrico dell'Ospedale “Spitalul Orasenesc" di Vallea.

Con i soldi rimanenti si acquistarono biglietti di entrata ai musei visitati durante le gite scolastiche e materiale necessario alla realizzazione dei lavoretti da vendere nei successivi mercatini scolastici.

Nel corso degli anni numerosi sono stati gli aiuti della Cooperativa del Cuore: Cuamm Medici con l'Africa, Apibimi (in Argentina), Karuna Home (India), Canossiane (India), adozione in Nepal, Sognavamo l'Africa, terremoto di Amatrice.

La cooperativa per le sue molteplici iniziative ha ottenuto anche riconoscimenti e premi: il concorso “Scuola in campo" per la ricerca botanica sui piccoli frutti “dal campo alla torta” e per la realizzazione di un orto e mappa del giardino della scuola, il primo premio del “Save the story – sezione video" indetto alla Federazione Trentina delle Cooperative e il concorso Despar per l’acquisto di libri.

«È tutto intorno a noi, oh Zivignago mia sei la più bella che ci sia con l’aria fresca mi viene la voglia di fare una festa…”, come recita la canzone scritta dalla classe quinta di Zivignago. E che questo ventennale sia davvero una grande festa!




204 visualizzazioni0 commenti

Commentaires


bottom of page