Psicologia: mindfulness e stress... dopo il lockdown



Ecco come osservare le cose senza giudicarle e vederle per quello che sono e poter poi reagire alle stesse...


di CINZIA GASPERI

Psicologa clinica e psicoterapeuta ad indirizzo cognitivo comportamentale


Cosa si intende, esattamente, per Mindfulness? Il termine inglese potrebbe essere reso in italiano con attenzione consapevole e intenzionale, essere nel qui ed ora, senza giudizio, seguendo il flusso del nostro respiro.

Questo assetto ci permette di osservare le cose senza giudicarle e, proprio grazie a questo, di vederle per quello che sono e poter poi reagire alle stesse, in modi e con strategie più efficaci, senza farci distrarre dal fatto che ci piacciano o meno.

Tutti noi siamo in grado di essere presenti a noi stessi nel qui ed ora, ma spesso sono abilità poco allenate o accantonate, vuoi per gli eventi della vita, vuoi perché siamo in momenti di particolare sofferenza.

Essere Mindfulness, in un certo senso, vuol dire anche essere dei buoni ospiti verso se stessi: significa accogliersi e accettarsi per quello che siamo, senza la condizione di dover per forza diventare migliori; senza farci trascinare dal giudizio, da come dovremmo cambiare o essere, da cosa va bene e cosa va male. Semplicemente accoglierci, senza condizione, senza giudizio.

Questa accettazione è importantissima, poiché si tratta di una delle strade che ci permette di conoscere meglio noi stessi, come reagiamo abitualmente alle cose e soprattutto individuare le nostre risorse, per attivarle nel momento adeguato e, quando necessario, cambiare le nostre azioni abituali...


LEGGI L'ARTICOLO INTEGRALE IN PDF - CLICCA SULL'IMMAGINE SOTTO PER SFOGLIARE





24 visualizzazioni0 commenti