Primiero: con il legno di Vaia nuovo allestimento museale al Palazzo delle Miniere



Dal 7 luglio sarà aperto al pubblico per le visite P-QUÌ una linea del tempo che racconta la storia di Primiero con un'immaginaria guida d'eccezione: la leggendaria lontra simbolo della Comunità.

FIERA DI PRIMIERO – Lo storico Palazzo delle Miniere si trova a Fiera di Primiero, nel Trentino orientale. E' un originale museo i cui allestimenti sono stati interamente realizzati con il legname proveniente dai boschi del Comune di Primiero San Martino di Castrozza, danneggiati dalla tempesta Vaia durante la notte tra il 29 e il 30 ottobre 2018.

La struttura, completamente rinnovata al suo interno, aprirà ufficialmente al pubblico martedì 7 luglio. Si sviluppa nelle 14 sale del prestigioso Palazzo delle Miniere, edificio la cui costruzione risale alla seconda metà del Quattrocento per volere dall’Arciduca Sigismondo d’Austria.”

“P-QUÌ” - Primiero è qui, è il nome dei nuovi allestimenti museali. P-QUÌ è una linea del tempo che racconta la storia di Primiero attraverso un viaggio e una narrazione che sorprenderà in ogni stanza. Ad accompagnare il visitatore sarà un’immaginaria guida, la lontra simbolo della Comunità che si trasforma in leggendaria GUANA quando riemerge dall’acqua.

L’assessore alla cultura Francesca Franceschi evidenzia come il museo sia stato concepito per essere accessibile a tutte le fasce d’età con l’obiettivo educativo di favorire l’incontro e stimolare la conoscenza del patrimonio storico, ambientale e artistico di Primiero. L’emergenza COVID non permette attualmente di proporre tutte le attività, ma in futuro oltre alle attuali visite libere e guidate, le mostre e gli incontri nel sottotetto “in sicurezza”, saranno proposti anche i laboratori.

L’incarico di progettazione degli allestimenti e la valorizzazione delle collezioni etnografiche presenti nel Palazzo, è stato affidato allo Studio naturalistico e sociologico Associato dr. Stefano Cavagna e dr. Sonia Cian. La “Biblioteca Diffusa” e il “Fuori di qui, il racconto continua” completano il percorso delle sale, presentando ai visitatori la ricca bibliografia sulla storia del territorio e alcuni luoghi di Primiero, assolutamente da conoscere e visitare.

P-QUÌ rappresenta un importante tassello di un progetto molto più ampio fortemente voluto dall’attuale amministrazione denominato “Piccoli musei in rete a Primiero “, che ha potuto concretizzarsi grazie a risorse interne, ma anche attraverso finanziamenti nazionali e provinciali che hanno interessato Palazzo delle Miniere a Fiera di Primiero, Palazzo Scopoli a Tonadico e la Casa della Montagna a San Martino di Castrozza.

In questo periodo di emergenza sanitaria, numerose sono le iniziative promosse dall’amministrazione per rendere piacevole la vacanza a Primiero. Oltre alle visite museali sono stati realizzate delle clip di presentazione dei paesi che formano il Comune di Primiero San Martino di Castrozza, in cui si evidenziano le peculiarità di ogni località e assieme alla “Guida dei paesi” acquistabile nelle sedi Apt e nei Palazzi sarà scaricabile su vai.online, aiuteranno il turista nella visita in autonomia del territorio.

“Dolomiti montagna attiva- estate 2020” è invece un progetto ricco di appuntamenti e di originali iniziative realizzato dal Comune di Primiero San Martino di Castrozza e curato dall’assessore al turismo Antonella Brunet in sinergia con tutti i comitati turistici locali, l’Azienda per il turismo e il Consorzio Primiero Iniziative. Ulteriori info su: www.piccolimuseiaprimiero.it e www.facebook.com/piccolimuseiaprimiero



190 visualizzazioni

Metti "mi piace" per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon