Pergine: tutti i coscritti del 1950 racchiusi in un libro


La copertina del ibro




In questo mese di luglio viene pubblicato un nuovo libro curato da Lino Beber e dedicato ai suoi coscritti del 1950, uno storico Anno Santo particolarmente fertile con ben 187 nati nel comune di Pergine Valsugana, che comprendeva allora anche l’attuale comune di Vignola-Falesina.

Sono poi arrivati ad abitare a Pergine, alcuni stabilmente, altri di passaggio, ben 129 nati del 1950 di altri comuni del Trentino, del vicino Alto Adige, di altre regioni italiane e di alcuni stati esteri per la somma complessiva di 316 coscritti del 1950: 164 femmine e 152 maschi.

Per festeggiare i 70 anni l’idea del libro, di oltre 300 pagine, nel quale, con l’aiuto di coscritte e coscritti, sono raccolte foto di quando erano bambini, all’asilo, alla scuola elementare, alla Prima Comunione e Cresima, di alcuni momenti della loro vita (campeggi, sport, carnevale…), delle gite, degli incontri conviviali, poesie e racconti di alcuni coscritti, alcuni racconti illustrati di Giorgio Fontanari che vive in Belgio e, dulcis in fundo, qualche amenità per tener accesa la fiamma della memoria e dell’allegria.

La copertina è opera di Fabio Beber, l’amico “quasi coscritto” nato nel 1949 dodici giorni prima dell’inizio del 1950, che si è ispirato al fumettista e illustratore Jacovitti (1923-1997) e in un disegno ha saputo condensare attività lavorative, sport, passione per i viaggi e il traguardo dei 70 anni con un ciclista, sia pur dilettante, facilmente riconoscibile anche lui nato nell’ormai mitico Anno del Signore 1950.

Il libro è privo di prezzo, sarà un regalo e chi vorrà potrà fare un’offerta libera che sarà devoluta interamente al Gruppo Cuamm Medici con l’Africa - Trentino, nato nel 1993 dall’unione di alcuni medici trentini che hanno prestato la loro opera in Africa. Tra di loro alcuni colleghi con i quali Lino ha condiviso l’arte di Ippocrate.





430 visualizzazioni0 commenti