top of page

Pergine. Consegnati i Premi allo Studio 2022 della Cassa Rurale Alta Valsugana


I premiati con il Presidente della CRAV, Franco Senesi (a sinistra), e il Vicepresidente Giorgio Vergot (a destra)


di GIOVANNI FACCHINI

La Cassa Rurale Alta Valsugana ha premiato questa mattina i vincitori dell’edizione 2022 del bando “Valore allo Studio e al Territorio” riservato ai laureati Soci, Clienti, figli di Soci e clienti.


La prestigiosa iniziativa tende a valorizzare l’impegno profuso dagli studenti nei corsi universitari magistrali.

Il Presidente Franco Senesi ha ribadito come uno dei princìpi cardine che hanno ispirato il bando è quello di favorire gli approcci innovativi divulgando competenze accademiche in grado di produrre occasioni di lavoro e di interesse, diffondendo le opportunità presenti sul territorio con beneficio di tutta la comunità.

Il Presidente della Fondazione Cassa Rurale Alta Valsugana, Giorgio Vergot, ha sottolineato come con questo premio si intende valorizzare e incoraggiare le attività di studio nella zona in quanto i partecipanti si sono impegnati a realizzare tesi significative per l’approfondimento delle prospettive future della Comunità.

Ai vincitori è stato dato un riconoscimento economico del valore di 1.500 euro per i Clienti e 2.500 euro per i Soci.


I sette vincitori sono: Veronica Toller, di Caldonazzo, laureata in Management indirizzo Imprenditorialità Sociale presso l’Università di Trento, premiata per la tesi “Agevolazioni fiscali in ambito edilizio, il Superbonus 110%,” Gaja Rossi, di Calceranica, in Scienze della formazione primaria alla Libera Università di Bolzano, tesi su “Autoregolazione del digitale: esperienze educative in natura e percorsi di consapevolezza alla scuola primaria”, Denis Valler di Pergine, in ingegneria Edile Architettura all’Università di Trento, tesi “Palazzo Gentili-Crivelli a Pergine – progetto di restauro di una dimora signorile del XVIII secolo”, Federico Valgoi di Pergine con Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Agrarie presso l’Università di Padova, tesi “Denominazioni comunali e valorizzazione di prodotti agroalimentari: il caso di Pergine”, Giovanna Andreatti, di Piné, in Scienze della formazione Primaria alla Libera Università di Bolzano, con tesi “L’educazione finanziaria attraverso il cooperative learning”, Nicola Baldessari, di Nogarè, in Scienze Forestali e ambientali a Padova, tesi in “Effetto della variazione del prezzo dei carburanti e olii minerali sul costo di produzione del cippato forestale”, Marco Bernardi, di Baselga di Piné, in Ingegneria della formazione e delle comunicazioni all’Università di Trento con tesi “A Hierarchical Convolutional Neurol Network for feature extraction in Sentinel 2 Multispectral Images”.























1.606 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page