Per il ministro Franceschini vacanze in un maso del Tesino




TESINO – Il ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, ha scelto per le proprie vacanze un maso sull’Altopiano del Tesino, apprezzandone i vari aspetti naturalistici, culturali ed enogastronomici.


Perfettamente in linea con le sue idee e iniziative, tra cui ricordiamo “l’anno dei borghi e l’anno dei cammini lenti” (nati con l’intento di valorizzare destinazioni turistiche culturali meno note, caratterizzate però da un ampio patrimonio storico-culturale, rappresentando delle mete ideali per forme di turismo lento e sostenibile), il ministro Dario Franceschini ha individuato, per ricaricarsi, una destinazione lontana dal turismo di massa e capace di affiancare ai paesaggi, alla cultura e all’ospitalità genuina anche la tranquillità e l’attenzione all’ambiente; una destinazione dove non si è un numero, ma dove la persona è al centro.

Durante la settimana trascorsa in Tesino, non sono mancate le visite all’Osservatorio Astronomico del Celado, al Museo Casa De Gasperi di Pieve e all’Arboreto del Tesino con il Giardino D’Europa, così come alcune passeggiate alla scoperta della natura e della nostra tradizione come nel caso della visita a Malga Valfontane a Passo Brocon.

Il ministro si è complimentato per l’impegno con cui i Tesini si sono attivati per mantenere la propria tradizione e cultura, così come a farsi carico della manutenzione del territorio che ha trovato molto ben curato e ha dichiarato di essersi trovato molto bene, accolto da gente ospitale e orgogliosa di quello che il proprio territorio è in grado di offrire.

Verso la fine della vacanza il ministro ha incontrato, in via informale, il direttore e il presidente dell’APT Valsugana -Lagorai, che comprende appunto anche l’Altopiano del Tesino

Per l’ente turistico è stata l’occasione di presentare iniziative, progetti e obiettivi raggiunti.

Denis Pasqualin, presidente dell'APT Valsugana ha commentato così la permanenza del ministro: «Alla famiglia Franceschini abbiamo regalato l’adozione di una mucca, che ci ha permesso di presentare il progetto che mette in stretta relazione il turismo e l’agricoltura. Ci siamo poi soffermati sul nostro impegno verso la sostenibilità con il riconoscimento di prima destinazione sostenibile a livello mondiale. Il ministro si è complimentato per tutto quello che abbiamo fatto, ricordando che "questa è la via da seguire" e si è dichiarato disponibile a tornare a trovarci per una visita istituzionale in modo da approfondire i contenuti di altri progetti che, velocemente, siamo stati in grado di presentare. Abbiamo trovato una persona molto disponibile con la quale siamo certi riusciremo a mantenere dei buoni contatti ad iniziare dal fatto di rivederlo in vacanza in Tesino nel prossimo futuro».



917 visualizzazioni0 commenti