Neomamme: i quattro falsi miti dell'allattamento



Spesso le mamme che desiderano allattare si trovano a fare i conti con un'ampia varietà di pregiudizi e luoghi comuni non sono scientificamente infondati, ma anche dannosi, capaci di pregiudicare il naturale e fisiologico processo di allattamento di una neonamma. Facciamo, quindi, un po' di chiarezza...


di SOFIA TURRA


Questo mese parliamo di un argomento che mi sta molto a cuore e che ritengo abbia bisogno

di essere chiarito una volta in più: l’allattamento e i falsi miti che ancora oggi ne mettono a repentaglio la serena prosecuzione tra mamma e bebè. Infatti, molto spesso le mamme che desiderano allattare si trovano a fare i conti con un'ampia varietà di pregiudizi e luoghi comuni che, pur essendo stati da tempo dichiarati infondati dalla comunità scientifica, continuano ad essere perpetrati e risultano davvero duri a morire. Alcuni di questi sono oltremodo dannosi e capaci di pregiudicare il naturale e fisiologico processo di allattamento di una neomamma. Di seguito riporto solo alcuni di quelli più diffusi.


FaLSO MITO NUMERO 1

"Chissà se avrai il latte…", "Speriamo che tu abbia il latte…"

Queste sono solo due delle possibili affermazioni che già durante la gravidanza una neomamma si sente rivolgere, fondate sull'errata e ormai obsoleta convinzione che la possibilità di allattare dipenda da una buona dose di fortuna e casualità. Oggigiorno, è ampiamente noto e dimostrato che...


LEGGI L'ARTICOLO INTEGRALE IN PDF - CLICCA SULL'IMMAGINE SOTTO PER SFOGLIARE



363 visualizzazioni

Metti "mi piace" per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon