Museo Ferroviario di Primolano: le raccolte e le collezioni dichiarate beni di interesse locale




Il Comune di Valbrenta e l'associazione di promozione sociale Società Veneta Ferrovie (SVF) comunicano che la Direzione Beni Attività Culturali e Sport della Regione Veneto ha dichiarato di interesse locale le raccolte e collezioni conservate nel Museo Ferroviario di Primolano (in base

all’art. 9 della L.R. 50/1984 e con decreto n. 290 del 23 settembre 2021).


Oltre ai rotabili ferroviari, in parte di proprietà dell'associazione e in parte in comodato d'uso da

parte della Regione Veneto (attraverso la controllata Sistemi Territoriali) e della Regione Emilia-

Romagna (attraverso la controllata FER), che sono in mostra nell'area della Rimessa Locomotive

nelle giornate dedicate alle “Porte Aperte” e su appuntamento per gruppi, vi è tutta una parte di

oggetti, arredamenti, documenti cartacei, manuali e libri per i quali dovrà essere elaborato e

realizzato un progetto espositivo con obiettivo di sviluppare la mostra e ampliare l’offerta per i

visitatori.

Grazie a questo riconoscimento, ottenuto dalla sinergia tra il Comune di Valbrenta e SVF, può

partire il progetto per il recupero dei locali al piano terra della stazione di Primolano che verranno,

in maggior parte, utilizzati per l'allestimento dello spazio espositivo di queste collezioni; gli altri

locali, invece, verranno destinati per le attività di promozione turistica, con particolare attenzione

alla pista ciclabile del Brenta, che passa proprio davanti alla stazione.







111 visualizzazioni0 commenti