Lavori nel bosco in totale sicurezza con le innovative soluzioni di TrentinoRope®️


Aggancio del legname con tiranti choker

Il legno, in Trentino, è un materiale che può considerarsi sacro. Soprattutto dopo la Tempesta Vaia, che ancor più ha posto al centro dell’attenzione l’importanza dei nostri boschi e la necessità di trattare questa straordinaria risorsa con la massima cura e sempre in totale sicurezza.

Princìpi – quelli della tutela e della sicurezza – che valgono sia per chi frequenta i boschi come escursionista, ma anche – e forse soprattutto – per coloro i quali nelle nostre foreste si trovano ad operare per i necessari interventi di esbosco.

Da sempre l’esperienza, la competenza e la professionalità rappresentano i capisaldi del mestiere di boscaiolo, ma oggi tutte queste qualità da sole non bastano a garantire la massima efficienza e sicurezza operativa: occorrono, infatti, strumenti appositamente progettati allo scopo, testati e garantiti da aziende serie e in grado di offrire tutte le certificazioni richieste.

In questo campo appare leader indiscussa la TrentinoRope®️ di Novaledo, una realtà giovane, dinamica e innovativa, che riesce sempre a soddisfare le esigenze del cliente grazie a un’approfondita conoscenza del settore e a una vasta gamma di articoli tra i quali spicca una linea specificatamente rivolta al mondo forestale.

Tutti sappiamo come, nella storia dell’umanità, uno dei lavori più antichi sia quello del boscaiolo o taglialegna che dir si voglia. Fin dalla notte dei tempi, infatti, l’uomo utilizzò la preziosa risorsa naturale del legno come legna da ardere per riscaldarsi e cucinare, ma anche per costruirsi ripari e una serie infinita di utensili e attrezzi.

Non dimentichiamoci, ad esempio, che anche il primo aratro della storia fu costruito in legno.

Il legno, dunque, è un materiale che rappresenta una pietra miliare della nostra evoluzione e in quanto tale va salvaguardato, premura che deve essere ancora più pressante visto il sempre più frequente verificarsi di catastrofi naturali dovute ai cambiamenti climatici, senza poi contare tutto ciò che di negativo può aggiungere la dissennata mano dell’uomo, come ad esempio, in questo periodo estivo, i devastanti incendi che, per negligenza se non addirittura per dolo, ogni anno carbonizzano migliaia di ettari di bosco in tutta Italia. Anche la speculazione edilizia degli ultimi decenni ha fortemente intaccato il nostro polmone verde. Tuttavia, quando si parla di difesa degli alberi, bisogna stare attenti a non cadere nell’eccesso opposto: un esbosco programmato e regolamentato non solo è consentito dalle normative vigenti, ma è addirittura auspicato e necessario per la sopravvivenza stessa del bosco, poiché gli interventi di taglio sono operazioni che mantengono le nostre foreste vive, sane e sostenibili.

Che il taglio degli alberi venga effettuato da ditte specializzate che poi vendono il legname per i più svariati utilizzi, oppure da privati cittadini per uso personale del legname, la questione di fondo rimane immutata: tutte le operazioni di esbosco debbono avvenire nella massima sicurezza di chi le effettua, nonché nel più rigoroso rispetto del bosco e del sottobosco.

In tempi passati i boscaioli agivano in condizioni di costante pericolo, dotati di strumenti poco performanti e del tutto sprovvisti di qualsivoglia dispositivo antinfortunistico.

Oggi, per fortuna, grazie alle moderne tecnologie la realtà è notevolmente migliorata: i boscaioli frequentano dei corsi specialistici di taglio, indossano pantaloni e scarpe antitaglio, guanti e caschi protettivi...

In questo settore TrentinoRope® di Novaledo offre funi in acciaio molto performanti, sicure e certificate che vengono utilizzate nell’allestimento dei cantieri forestali per il trasporto a valle del legname.

«La nostra azienda – afferma Alessio Zardini, Titolare di TrentinoRope®️è in grado di fornire molteplici tipologie di funi in più settori; in quello forestale forniamo i produttori di teleferiche mobili, argani e verricelli, le imprese boschive ma anche chi fa uso della fune per la pulizia del proprio bosco. La professionalità maturata negli anni ci permette di consigliare e valutare assieme al cliente il prodotto più idoneo all’impiego cui è destinato sempre con un occhio di riguardo alla sicurezza dell’operatore che dovrebbe essere sempre al primo posto. Negli ultimi anni stiamo sviluppando il mercato delle funi sintetiche in Dyneema® che offrono la stessa tenacità con un peso nettamente ridotto riducendo così la fatica e di conseguenza il rischio di infortuni. Offriamo anche accessori e attrezzature dedicate all’esbosco, al tracciamento, alla misurazione e all’allestimento del cantiere forestale. La mia passione per questo settore ci ha permesso di continuare a crescere e migliorare, diventando punto di riferimento sul territorio regionale, nazionale e, con grande soddisfazione, iniziamo ad essere riconosciuti anche oltre confine».


I soci di TrentinoRope®️, Stefano Tonini, Sonia Miori e Alessio Zardini

78 visualizzazioni

Metti "mi piace" per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon