In Italia quasi 6 mila positivi, in Trentino due deceduti non anziani e 46 classi in isolamento

Aggiornato il: nov 8



TRENTO – Un'altra giornata drammatica sul fronte del ritorno di fiamma del Covid-19, che nelle ultime 24 ore in Italia fa registrare quasi 6 mila casi, con 41 vittime, ma a preoccupare è soprattutto il balzo delle terapie intensive.


Anche il Trentino, purtroppo, paga il proprio tributo con due persone decedute e questa volta non si tratta di anziani, ma di due adulti, un uomo e una donna, già affetti da gravi patologie. Lo conferma il rapporto quotidiano dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari che annovera altri 28 nuovi contagiati ai quali si affiancano 10 positivi al test rapido. Nel dettaglio, ci sono 5 ragazzi tra i 6 ed i 15 anni ed altrettanti ultra settantenni.

I pazienti ricoverati sono 26 (distribuiti fra Trento e Rovereto) e se fortunatamente ancora nessuno si trova in rianimazione, salgono a 5 i soggetti che necessitano dell’alta assistenza

Sul fronte scolastico si registrano 3 nuove classi in isolamento, mentre 1 ha terminato la quarantena: il conto finale è pertanto di 46 classi

Infine i tamponi: ieri all’Ospedale Santa Chiara ne sono stati analizzati 802 più altri 172 per l’antigene.





30 visualizzazioni

Metti "mi piace" per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon